Taglio di reticolati. Taglio di reticolati

disegno, ca. 1915 - ca. 1915
Anselmo Bucci
1887-1955

matita, carboncino, pastello marrone su carta

  • FONTE DEI DATI Regione Lombardia
  • OGGETTO disegno
  • MATERIA E TECNICA carta/ matita/ carboncino/ pastello
  • ATTRIBUZIONI Anselmo Bucci
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Civiche Raccolte Grafiche e Fotografiche del Castello Sforzesco. Galleria d'Arte Moderna, Milano
  • LOCALIZZAZIONE Castello Sforzesco - complesso
  • INDIRIZZO Piazza Castello, Milano (MI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Allo scoppiò della Prima Guerra Mondiale, molti artisti si arruolarono come volontari. Anselmo Bucci, insieme a Boccioni, Erba, Funi, Marinetti, Piazzi, Sant¿Elia e Sironi entra a far parte del "Battaglione Lombardo di Volontari Ciclisti"(III compagnia, VIII plotone) e combatte a Dosso Casina contro gli austriaci, sconfiggendo il nemico il 24 ottobre del 1915. L¿euforia durò poco, il primo dicembre del 1915, il glorioso corpo volontari fu sciolto e Bucci passo al 68°Regimento di Fanteria per poi pellegrinare per vari fronti (L. Sansone, Patriottismo futurista. Il Battaglione Lombardo. Volontari Ciclisti Automobilisti, Milano 2007). Nel fango putrido delle trincee, tra le macerie dei villaggi distrutti, gli artisti partiti per la guerra registravano la realtà che osservavano con splendidi disegni, molti dei quali eseguiti frettolosamente all¿interno delle trincea, nei campi di battaglia o nei momenti di pausa. Anche Anselmo Bucci ci ha lasciato una grande quantità di testimonianze grafiche raffiguranti gli ambienti e le abitudini dei soldati, i movimenti delle truppe e i paesaggi sconvolti dalla guerra, ma anche vere e proprie scene di battaglia tratte dall¿esperienza al fronte. All¿interno del Civico Gabinetto di Disegni del Castello Sforzesco di Milano si conservano due fogli appartenenti a questo periodo e raffiguranti rispettivamente due soldati alpini stesi a terra, uno in atto di tagliare dei reticolati (inv. 1313 E 16) e l¿altro che avanza strisciando (inv. 1314 E 17). Per quest¿ultimo disegno si conosce una variante in punta secca e maniera nera riprodotta da Giorgio Nicodemi su "Anselmo Bucci : 79 illustrazioni". In queste due opere, realizzate con un contorno deciso e abbreviato di carboncino "la vivacità dell¿impressione in movimento si fonde con la plasticità dei volumi, creati dal denso chiaroscuro della sua matita di colorista. Ogni disegno coglie una situazione e la rende con plastica evidenza"(M. De Stasio, La guerra del 1915-18 nei disegni degli artisti al fronte, in Da Modigliani a Fontana. Disegno italiano del XX secolo nelle Civiche Raccolte d'Arte di Milano, a cura di M. Garberi, Milano 1991, p. 41).
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 302160743
  • ENTE SCHEDATORE R03/ Gabinetto dei Disegni
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Anselmo Bucci

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca. 1915 - ca. 1915

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'