Torre (?)

disegno, 1790 - 1799

lucido eseguito a inchiostro nero a penna su carta resa trasparente mediante impregnazione con resina e ora imbrunita

  • FONTE DEI DATI Regione Lombardia
  • OGGETTO disegno
  • MATERIA E TECNICA carta/ inchiostro a penna
  • ATTRIBUZIONI Sardini, Giacomo (1750-1811)
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Civiche Raccolte Grafiche e Fotografiche del Castello Sforzesco
  • LOCALIZZAZIONE Castello Sforzesco - complesso
  • INDIRIZZO Piazza Castello, Milano (MI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Nell'"Indice" del tomo nel quale il marchese Giacomo Sardini lo aveva rilegato, il disegno viene definito: "Sieguono alcune elucidazioni ricavate dalla Storia Originale di Gio Sercambj nell'Archivio Segreto ... Castello danchiano alla Bicocca p. 13 simile è delineato il Castello di Rotaja - Castello di Cerasomma - Torre di Viareggio". La grafia delle iscrizioni su questo gruppo di disegni, di cui fa parte quello in esame, è riconducibile alla mano di Sardini, che pertanto si può ritenere l'esecutore dei lucidi. Il supporto, reso trasparente per impregnazione con resina, venne adattato all'esigenza del ricalco su esigue superfici suddividendolo in quattordici piccoli rettangoli. A copiatura ultimata, questi furono incollati in bell'ordine su due carte inserite nella legatura del tomo. L'occasione di procurarsi riproduzioni dal codice tardo trecentesco con le Croniche di Sercambi si dischiuse a Sardini quando ottenne un permesso speciale per accedere alla Tarpea (l'Archivio segreto della Repubblica, oggi in Archivio di Stato), che custodiva quei preziosi manoscritti. Intento a raccogliere appunti dai documenti antichi per arricchire i suoi contributi dedicati alla storia artistica locale, il marchese non esitò a copiare alcune illustrazioni del manoscritto, oggetto di studio anche da parte di altri suoi contemporanei. Catturarono la sua attenzione soprattutto i centri fortificati dei dintorni di Lucca fino a Pisa, ma anche particolari di costume. Il copista preferì soffermarsi solo su dettagli dei riquadri figurati e, nei vari lucidi, si possono trovare brani tratti da una sola o da più vignette. Il foglio in esame è quasi del tutto distrutto e solo frammentariamente lascia intuire la sommità di una torre. E' stato possibile individuare la vignetta di riferimento (capitolo XLVII) grazie alla definizione riportata da Sardini nell'indice ove sono citate, oltre a Viareggio, località della valle del Serchio (Anchiano, Rotaio, Cerasomma) incardinate nel sistema difensivo contro i Pisani nel 1223.
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 301967397
  • ENTE SCHEDATORE R03/ Gabinetto dei Disegni
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Sardini, Giacomo (1750-1811)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1790 - 1799

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'