Ritratto di vecchio seduto con libro

dipinto, ca. 1576 - ca. 1576

ritratto

  • FONTE DEI DATI Regione Lombardia
  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tela/ pittura a olio
  • ATTRIBUZIONI Moroni Giovan Battista (1520 Ca./ 1578)
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Accademia Carrara. Fondo Carrara
  • LOCALIZZAZIONE Accademia Carrara
  • INDIRIZZO Piazza Giacomo Carrara, Bergamo (BG)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il dipinto fu acquistato da Giacomo Carrara nel 1758 ad un prezzo superiore rispetto a tutti quelli relativi a opere d'arte registrati nel libro contabile "Memorie di carattere" ("Adì d.o [24 novembre 1758] spesi in un superbo ritratto del Morone rappresentante un vecchio con barba seduto con tutte due le mani. L. 220"). Non sappiamo tuttavia da chi acquistò il dipinto, forse proveniente da casa Righetti (cfr. R. Paccanelli, 1999, p. 122). Nel corso della sua vita Giacomo Carrara arrivò a possedere ben 32 dipinti di Moroni e contribuì ad ampliare la conoscenza di questo pittore, considerato fino al quel tempo solo una gloria locale bergamasca. L'attribuzione dell'opera a Moroni è unanime e sostanzialmente concorde anche la considerazione cronologica che si assesta agli anni finali della sua attività, nell'ambito della cosiddetta "maniera grigia"o "cinerina". La gamma cromatica ristretta ma sapientemente modulata, la semplificazione dell'impaginato e la dilatazione del fondale, nonché il taglio del ritratto, che trova strette affinità con il "Ritratto di Giovanni Antonio Pantera" agli Uffizi o con il cosiddetto "Maestro di scuola di Tiziano" alla National Gallery di Washington, è il risultato finale di una continua ricerca del maestro verso l'ideale di "ritratto naturale" codificato dalla trattatistica coeva. L'intensità della rappresentazione e le scelte cromatiche trovano ulteriori affinità con il San Girolamo nel quadro nel Duomo di Bergamo, datato 1576, e con i Santi Andrea e Pietro nella pala della parrocchiale di Fino del Monte, eseguita l'anno successivo (P. Plebani, 2014). Mina Gregori ha chiarito l'equivoco talvolta creatosi negli studi tra questo ritratto e il "Ritratto di vecchio" proveniente da casa Bettami e giunto nelle raccolte dell'Accademia Carrara come deposito dell'Ospedale maggiore (inv. D25).
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 300643530
  • ENTE SCHEDATORE R03/ Accademia Carrara
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 1999||1999||2004||2006||2006||2012||2012||2014
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Moroni Giovan Battista (1520 Ca./ 1578)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca. 1576 - ca. 1576

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'