Scheletro

testa di burattino, ca. 1890 - ca. 1899

Testa tornita color legno a orma di teschio. La ila di denti scolpiti è molto evidente, l'intarsio viene ripreso con due righe parallele sul collo che termina con colore rosso. La cavità nasale e le oculari sono colorate di marrone scuro. Integro unzionante.

  • FONTE DEI DATI Regione Lombardia
  • OGGETTO testa di burattino
  • MATERIA E TECNICA legno scolpito/ dipinto
  • AMBITO CULTURALE Manifattura Di Val Gardena
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo Civico Polironiano di San Benedetto Po. Collezione di burattini d'epoca Adolo Besutti
  • LOCALIZZAZIONE Chiostro dei Secolari e di S. Simone
  • INDIRIZZO Piazza Teofilo Folengo, 22, San Benedetto Po (MN)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Teste prodotte artigianalmente in serie dalla prima metà dell'800 ino alla seconda guerra mondiale. Le varie amiglie di scultori si specializzavano nei soggetti che aluivano ad un committente che le acquistava.Questi le cedeva a venditori ambulanti che riempivano le gerle di queste teste e di altri manuatti in legno prodotti nella zona giocattolistoviglieciotole. Si ritrovano teste in collezioni di varie parti d'Europa dall'Inghilterra alla Grecia dalla rancia ai Paesi dell'est Europa. In Italia sono presenti nelle seguenti collezioni pubbliche:Museo Teatrale alla Scala Scuola Paolo Grassi Museo araggiana di Novara il Castello dei Burattini di Parma Collezione orlai del Comune di orlìe in numerose collezioni private tra queste la più importante è la Collezione Mercuriali di Cesenatico. Queste teste per la maggioranza di piccole dimensioni servivano poi per essere vestite e diventare burattini oppure con l'aggiunta successiva di un corpo non prodotto in Val Gardena diventare marionette. Le teste prodotte in dimensioni maggiori erano utilizzate da burattinai e marionettisti proessionisti. Le teste dopo essere state pennellate di bianco venivano dipinte a tempera e assumevano l'aspetto semilucido con l'aggiunta successiva di chiaro d'uovo. I soggetti relativi alle teste erano anche dierenziati per aree culturali agiolinoSandroneGioppino: per l'Italia settentrionale; Guignol e Gnaronper la rancia; Punk e Judy per l'Inghilterra Kasperl per la Germania e i Paesi dell'Est Europeo mentre le maschere della Commedia Dell'Arte Arlecchino Brighella Dottore Capitano Pantalone ecc. erano distribuite in tutta Europa.
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0300596916
  • ENTE SCHEDATORE R03/ Scuole Civiche di Milano
  • DATA DI COMPILAZIONE 2004

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca. 1890 - ca. 1899

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'