Nozze mistiche di Santa Caterina. Madonna con Bambino, Santa Caterina e angelo

stampa stampa di invenzione, post 1590 - ante 1610
Vespasiano Strada
1582/ 1622

matrimonio mistico di santa Caterina da Siena Personaggi: Madonna; Gesù Bambino; Santa Caterina d'Alessandria. Figure: cherubino. Attributi: (Santa Caterina) ruota; corona; palma. Oggetti: colonna; frammenti lapidei; tenda

  • OGGETTO stampa stampa di invenzione
  • MATERIA E TECNICA carta/ acquaforte
  • MISURE Altezza: 229 mm
    Larghezza: 178 mm
  • ATTRIBUZIONI Vespasiano Strada: disegnatore/ incisore
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Castello Pandone Museo Nazionale del Molise
  • LOCALIZZAZIONE Castello Pandone Museo Nazionale del Molise
  • INDIRIZZO via Tre Cappelle, Venafro (IS)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La raccolta, miscellanea di disegni, acquerelli, bozzetti, stampe etc. di vari artisti attivi nei secc. XVII e XVIII, fu recuperata nel 1983 presso le famiglie Iannadrea e Tirabassi, eredi dei Giuliani, Giacomo, padre, e Nicola, figlio, pittori e decoratori di Oratino (CB) operativi in ambito napoletano a cavallo dei secc. XIX-XX. Nicola, allievo di Domenico Morelli, la acquisì dagli eredi di Ciriaco Brunetti, pittore e decoratore oratinese attivo in tutto il Molise dalla prima metà del sec. XVIII agli inizi del XIX. Nel 1990 è stata acquistata dal MIBAC e custodita dalla locale Soprintendenza (specifiche dell’atto del 29/10/1990: 375 disegni su fogli singoli; un taccuino di 27 fogli, un taccuino di 21 fogli, un taccuino di 141 fogli, un volume rilegato contenente 54 fogli, 129 incisioni e 24 bozzetti ad olio su tela o cartone). Considerato che su un foglio sono stati realizzati più disegni-bozzetti-schizzi, il fondo è costituito da 700 disegni circa, di cui oltre la metà acquerellati, e da circa 330 stampe, italiane e tedesche, dei secc. XVI-XVIII. L’importanza del fondo è data dalla sua unitarietà trattandosi di materiale di uso quotidiano, giunto quasi integro fino a noi, di un pittore gravitante in ambito provinciale, la cui produzione superstite è purtroppo oggi riconducibile solo ad una serie di dipinti, conservati in chiese molisane. Testimonia, inoltre, non solo la quotidiana, costante attività del Brunetti nell’ambito dei soggetti decorativi, ma anche l’operosa attività di una bottega oratinese in cui praticavano più esponenti dello stesso ambito familiare (Pietro, Beniamino, Benedetto e Stanislao BrunettI). Le opere, restaurate per oltre il 50% in tre fasi, dal 1992 al 1995 dai restauratori C. L. B. Borruso e P. Crisostomi, sono state custodite presso i depositi della Soprintendenza fino al 2015 anno di definitiva collocazione presso Castello Pandone di Venafro, dove, a rotazione, fanno parte dell’esposizione permanente del Museo.La stampa che reca la firma dell'incisore Vespasiano Strada e dello stampa tore Nicolaus Van Aelse, è databile genericamente tra la fine del XVI e gl i inizi del XVII secolo. Il Bartsch pubblica un foglio londinese con la ti tolazione a Santa Caterina, il nome dello stampatore Giovanni Orlandi e l' anno 1595, data che risulta troppo precoce rispetto all'anno 1582 indicato dai repertori come nascita di Vespasiano Strada, ma probabilmente riferit a al periodo di attività del pittore di cui restano 21 acqueforti di sogge tto religioso (Bolaffi, 1976; Bartsch, 1983). Dal confronto si ipotizza ch e il rame sia stato utilizzato da editori diversi e che Nicolaus Van Aelse abbia aggiunto successivamente il suo nome, eliminando l'iscrizione visib ile sulla stampa di Londra.L'incisore, che sul piano stilistico e composit ivo mostra la varietà delle componenti culturali del clima artistico roman o di fine '500, presenta una qualità grafica più attenta alle valenze chia roscurali che alla cura esecutiva del tratto incisorio
  • TIPOLOGIA SCHEDA Stampe
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1400071502
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Molise
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Molise

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Vespasiano Strada

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - post 1590 - ante 1610

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'