allegoria della patria

monumento ai caduti a lapide, post 1920 - ante 1930

L’opera è costituita da una spessa lapide di marmo dalla forma rettangolare, effigiata, nella parte centrale, da una scultura ritraente una figura femminile, allegoria della patria. La donna è posata su una modanatura che reca l’iscrizione commemorativa e fra due piccole lastre che riportano gli elenchi dei caduti. Vestita all’antica con un abito dalla trama sottile che lascia intravedere le forme, la figura si mostra con un portamento morbido e sinuoso. Ha il capo reclinato leggermente verso sinistra e gli occhi chiusi, in un’espressione profondamente malinconica. Con la mano destra tiene un ramo di alloro, mentre, con la sinistra, un elmetto ricoperto da foglie di quercia, a memoria della gloria e dell’onore delle vittime

  • OGGETTO monumento ai caduti a lapide
  • MATERIA E TECNICA marmo/ scultura
    marmo/ incisione
  • AMBITO CULTURALE Ambito Abruzzese
  • LOCALIZZAZIONE palazzo comunale
  • INDIRIZZO Via Vittorio Emanuele 32, Canosa Sannita (CH)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Le ricerche condotte nell’archivio comunale di Canosa non hanno portato a risultati utili per delineare l’origine del monumento e la sua collocazione cronologica. La tradizione orale tramanda che sull’opera fosse raffigurato il fascio littorio. Dai caratteri stilistici emersi dal confronto con altri monumenti realizzati sotto il regime fascista, si può collocare l’opera tra gli anni 1920-1930
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1300283123
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici dell'Abruzzo
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici dell'Abruzzo
  • DATA DI COMPILAZIONE 2014
  • ISCRIZIONI sotto la figura femminile - IL POPOLO DI CANOSA / AI SUOI CADUTI - stampatello maiuscolo - a incisione - italiano
  • LICENZA CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - post 1920 - ante 1930

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE