Cerere chiede a Giove la liberazione di Proserpina

dipinto, 1788 - 1810
Bernardino Nocchi
1741/ 1812

Divinità: Giove; Cerere; Minerva; Marte; Venere; Vulcano; Giunone; Diana; Apollo; Nettuno. Figure femminili. Attributi: (Cerere) biga con serpenti alati

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura a tempera
  • MISURE Altezza: 85
    Larghezza: 170
  • ATTRIBUZIONI Bernardino Nocchi
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Palazzo della Consulta
  • INDIRIZZO piazza del Quirinale, 41, Roma (RM)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Nell'opera del Nocchi, particolare interessante è costituito dalla biga in primo piano decorata da fregio ispirato ad un'urna cineraria con scena di lustrazione, del Museo Nazionale Romano. Oltre l'ovale vi sono due cammei rettangolari raffiguranti "Cerere che incontra la ninfa Aretusa" a destra e "Proserpina vista da Ascalafo cogliere la melagrana" a sinistra. I quattro esagoni irregolari sostituirono in epoca sabauda quelli settecenteschi con figure di uccelli
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1201030314-1
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle arti e Paesaggio di Roma
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni artistici e storici del Lazio
  • DATA DI COMPILAZIONE 1999
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2005
  • LICENZA CC-BY 4.0

FA PARTE DI - BENI COMPONENTI

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Bernardino Nocchi

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1788 - 1810

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'