Dio Padre in gloria

dipinto, ca 1692 - ca 1693

Personaggi: Dio Padre. Figure: due angioletti; cherubini. Fenomeni metereologici: nuvole

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura a fresco
  • MISURE Altezza: 170 cm
    Larghezza: 90 cm
  • ATTRIBUZIONI Giacinto Calandrucci
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Chiesa di S. Maria in Traspontina
  • INDIRIZZO via della Conciliazione, 14/C, Roma (RM)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Precedentemente la cappella era dedicata a S. Antonio Abate che, per esplicita richiesta del P.Generale M.Paolo di Sant'Ignazio, venne rappresentato dal Calandrucci nella Pala accanto a S. Elia e al Beato F. Lippi. L'autorevole testimonianza del Pascoli conferma l'attribuzione del dipinto al Calandrucci, allievo del Maratta. In quest'opera i rapporto con lo stile del Maratta è evidentissimo, non solo per l'impostazione ampia e solenne delle figure plasticamente costruite e per la sorprendente analogia tipologica con i personaggi marattiani, ma anche per la struttura compositiva a triangolo con i tre personaggi posti su tre diversi piani decrescenti, ricorrente nelle opere del Maratta
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1200821813A-1
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle arti e Paesaggio di Roma
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni artistici e storici del Lazio
  • DATA DI COMPILAZIONE 1972
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 1981
    2005

FA PARTE DI - BENI COMPONENTI

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Giacinto Calandrucci

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1692 - ca 1693

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'