Giulio Cesare (Giulio Cesare giovinetto). personaggio storico ritratto in giovane età

scultura, ca 1879 - ca 1880
Benedetto Civiletti
Palermo 1845 / 1899

ritratto di Giulio Cesare adolescente, in atteggiamento meditativo, vestito con una toga e adagiato su di una poltrona di foggia ottocentesca

  • OGGETTO scultura
  • MATERIA E TECNICA Bronzo
  • MISURE Profondità: 110
    Altezza: 145
    Larghezza: 75
  • ATTRIBUZIONI Benedetto Civiletti
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Palazzo delle Belle Arti
  • INDIRIZZO viale delle Belle Arti, 131, Roma (RM)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Benedetto Civiletti, scultore palermitano perfezionatosi a Firenze presso Giovanni Duprè, presentò con successo il modello in gesso del Giulio Cesare giovinetto (Palermo, Civica Galleria d'Arte Moderna, in deposito a Palazzo Ziino) a Napoli nel 1877, in occasione dell'Esposizione Nazionale di Belle Arti: l'opera è citata nel catalogo con il titolo Soliloqui di Cesare (p. 9 n. 100 bis, cfr. bibliografia). Fu quindi inviato, durante l'anno seguente, all'Esposizione Universale di Parigi assieme al gruppo di Canaris a Scio, quest'ultimo premiato con la medaglia d'oro. La versione in bronzo del Giulio Cesare giovinetto deve essere stata eseguita, con ogni probabilità, attorno al 1880, anno in cui venne inviata all'Esposizione Internazionale di Londra, dove ottenne la medaglia d'argento e gli elogi di Giulio Monteverde. Civiletti la presentò in seguito all'Esposizione Nazionale di Palermo del 1891, riscuotendo molti consensi. La critica riconobbe nell'opera la fedele traduzione plastica del romanzo storico di Giuseppe Rovani (Milano 1818 / 1874) intitolato La giovinezza di Giulio Cesare (1873). La statua si inserisce in quel filone delle rappresentazioni di personaggi celebri ritratti in età giovanile, nell'atto di meditare sul loro destino, che particolare fortuna incontrò nell'Italia post-unitaria. Civiletti aderì a tale tendenza, il cui punto di partenza fu il Colombo giovinetto di Monteverde (1870), già con il suo Dante fanciullo o Dantino - conservato a Palermo, Palazzo delle Aquile - premiato nel 1872 con la medaglia d'argento all'Esposizione Nazionale di Milano (cfr. Imbellone, 2006, p. 232). Un'altra copia in bronzo del Giulio Cesare giovinetto si conserva a Roma, nell'Aula di Montecitorio (cfr. Greco, 1999, p. 35)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1200488757
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma
  • ENTE SCHEDATORE Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma
  • DATA DI COMPILAZIONE 1995
  • ISCRIZIONI sulla base a sinistra - B. Civiletti -
  • LICENZA CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1879 - ca 1880

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'