organo portativo di Worle Jaonnes Conradus (sec. XVIII)

organo portativo, 1733 - 1733

organo racchiuso in una cassa dipinta, con cornici e decorazioni ad intaglio, dorate. Prospetto formante una cuspide, composto da ventuno canne di stagno, con bocche allineate e labbro a scudo. Tastiera Scavezza in ebano e palissandro; otto staffe, quattro per parte,per il trasporto. Manticeria disposta sopra la cassa composta da due mantiici a cuneo azionati da due stecche

  • OGGETTO organo portativo
  • MATERIA E TECNICA LEGNO
    METALLO
  • MISURE Profondità: 61 cm
    Altezza: 116 cm
    Larghezza: 102 cm
  • ATTRIBUZIONI Worle Jaonnes Conradus
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo degli Strumenti Musicali
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Samoggia
  • INDIRIZZO Piazza di Santa Croce in Gerusalemme, 9/A, Roma (RM)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE lo strumento di grande pregio, opera dell'organaro di origine tirolese Giovanni Corradi Verlé, può considerarsi la sua opera prima italiana in quanto l'autore si trasferì a Roma nel 1733. Ad avvalorare tale tesi vi è lo spiccato carattere tedesco dell'opera, sia nella fonica che nella decorazione
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1200116837
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle arti e Paesaggio di Roma
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni artistici e storici del Lazio
  • DATA DI COMPILAZIONE 1976
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2005
  • ISCRIZIONI nella parte interna del coprisecreta - JOHANN CONRADO WORLE IN ROMA ANNO 1733 - corsivo - a penna -

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Worle Jaonnes Conradus

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1733 - 1733

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'