Vita Mundi et OEconomia. allegoria della vita ed economia dell'universo

stampa stampa di traduzione, 1776 - 1776

Personaggi: Aristotele; Alessandro Magno. Attributi: (Alessandro Magno) spada; elmo. Divinità: Pan. Attributi: (Pan) siringa; catena. Animali: pesci; colombe; coniglio; uccelli; scimmia; asino; serpente; leone; cane; gatto; ornitorinco; cavallo; elefante; bue; cammello; stambecco. Piante: alberi. Vegetali: edera; foglie; rami; fiori. Frutti. Fenomeni geologici: eruzione vulcanica. Paesaggi: paesaggio montuoso; paesaggio fluviale. Stelle. Segni zodiacali: Scorpione. Oggetti: libri; bastone; catena. Armi: spada; elmo. Strumenti musicali: siringa; cornamusa. Elementi architettonici: basamento marmoreo. Abbigliamento: abbigliamento all'antica

  • OGGETTO stampa stampa di traduzione
  • MATERIA E TECNICA carta/ acquaforte/ bulino
  • MISURE Altezza: 630 mm
    Larghezza: 450 mm
  • ATTRIBUZIONI Dall'acqua Cristoforo (1734/ 1787): incisore
    Buffetti Giuseppe (1751/ 1812): disegnatore
    Boscaratti Felice (1721/ 1807): inventore
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Collezione Mosca
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Toschi Mosca
  • INDIRIZZO p.zza Toschi Mosca, 29, Pesaro (PU)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La realizzazione della serie di quattro stampe alla quale quella in esame appartiene è legata ad un episodio piuttosto singolare. La serie, eseguita tra il 1773 e il 1776 dall'incisore vicentino Cristoforo Dall'Acqua su disegno di Giuseppe Buffetti, traduce quattro dipinti di grandi dimensioni commissionati dal 'filosofo massone' veronese Lazzaro Riviera e dei quali attualmente solo uno risulta superstite (Verona, Collezione della Banca Popolare). La realizzazione dei dipinti (1773) fu affidata al veronese Felice Boscaratti, artista formatosi presso Matteo Brida e Pietro Rotari, attivo prevalentemente in patria e a Venezia, il quale, come ricordato dalle fonti, conobbe una certa fama nella fase iniziale della sua attività, quando le sue opere erano richieste da collezionisti inglesi e tedeschi. I dipinti commissionatigli dal Riviera dovevano assolvere alla funzione di tradurre in immagini un complicato quanto bizzarro e astruso programma filosofico-pedagogico elaborato dal pedante erudito veronese. I soggetti delle 'Tavole Riveriane' -vere e proprie allegorie filosofiche infarcite di simboli- furono integralmente ideati dallo stesso Riviera. Le Tavole avrebbero dovuto costituire una sorta di 'summa educativa di didattica morale' per la gioventù concepita secondo il principio, mutuato dalla cultura della mnemotecnica, che 'il sapere andava visualizzato e quindi appreso dalle immagini' (Olivato, 1977). Dal momento che il significato dei quattro dipinti risultò del tutto incomprensibile al pubblico contemporaneo, il Riviera pubblicò nel 1774 un opuscoletto intitolato 'La educazione virile nelle quattro tavole inventate', per renderne intelleggibile il significato. Contemporaneamente con l'intento di divulgare il suo programma pedagogico fece eseguire al Dall'Acqua la serie di stampe corredate da altrettanto oscure iscrizioni latine. Di eccellente qualità le quattro stampe costituiscono non solo un esempio della grande abilità tecnica dell'incisore ma anche una documentazione del ciclo di dipinti dai quali furono tratte. Il significato delle complicate allegorie è in parte chiarito dalla chiave di lettura che lo stesso Riviera fornisce dei singoli simboli rappresentati nelle tavole. Nell'incisione in esame, la quarta della serie, intitolata 'La vita e l'economia dell'Universo', viene illustrato il sistema naturale ed armonico in cui è organizzato il mondo sensibile. La figura sulla sinistra con arti inferiori caprini è il dio Pan. Sopra di lui è raffigurato un cielo stellato che appare convesso, spiega il Riviera, 'ond'abbia ad intendersi che in esso è racchiuso l'Universo; ed è figurato in forma di cornamusa, poichè vi si vedon fitte le due canne, una lunga, l'altra corta ...altra canna che serve di portavento, e finalmente la piva a sette voci...Pan esiste in atto di comunicare la sovrana primitiva sua vita all'Universo coll'infondere vigorosamente il di lui fiato, o sia spirito, nella cavità del cielo... Secondariamente modula il suono della piva, con ciò esprimendo ch'egli promuove e dirige con legge d'armonia l'attuale esercizio di quella vita, tanto nel complesso universale del mondo, quanto nelle di lui parti... accorda col suono stesso il movimento del piede regolatore della Catena, per significare ch'egli medesimo seconda e si sottomette alle leggi dell'armonia, di cui è il modulatore...appiè della tavola si veggono alcuni pesci, de' quali il grosso ammazza o divora il piccolo: e due colombi che si baciano con affetto amoroso: i primi contrassegnanti Distruzione, i secondi Propagazione...un gruppo di Bruti di varie specie: alcuni lacerano per vendetta il libro inscritto: Cartesii Dissertatio de Methodo: Bruta agunt prout Horologia; ed il ciuco, che passa in proverbio per il più duro, applauditi da altri interessati nella causa fra loro comune, l'uno sembra custodire con ambizione, l'altro leccare per gratitudine il volume che ha per titolo: Loke de Intellectu: immagini che ricordano il disparere stato già tra filosofi sopra l'anima delle bestie. Mentre Aristotele, fuor dalla tela, indica ad Alessandro nella pittura le immagini della Vegetativa e della Sensitiva, l'osservatore conosce espresso l'esercizio della Razionale in essi...Le greche lettere scritte nel libro sostenuto da Alessandro suonano: Le qualità dell'anima sono tre, Vegetativa, Sensitiva, e Razionale, quelle che sono scolpite nel piedistallo: Ad Aristotele maestro d'Alessandro nell'Olimpiade CIX.' (Riemann, 2002). I dipinti del Boscaratti conobbero una certa fortuna anche al di fuori di Verona ed in un contesto alquanto inaspettato. Nel 1780 furono infatti esposti a Venezia, a scopo di propaganda politica, lungo il percorso del corteo che accompagnò l'elezione di Giorgio Pisani a Procuratore di S. Marco (Haskell, 2000 ). Una serie completa delle stampe è conservata anche presso la Biblioteca del Museo Correr di Venezia, il Museo Civico di Vicenza e il Museo di Castelvecchio a Verona
  • TIPOLOGIA SCHEDA Stampe
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1100142244
  • NUMERO D'INVENTARIO inv., n. I.P.828
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio delle Marche
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici delle Marche
  • DATA DI COMPILAZIONE 2003
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2003
    2006
  • ISCRIZIONI in basso a sinistra - Felix Boscarati Veronensis Pinxit. Joseph Buffetti delineavit - Descartes René (De Methodo) - corsivo - latino
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

BENI CORRELATI

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Dall'acqua Cristoforo (1734/ 1787)

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Buffetti Giuseppe (1751/ 1812)

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Boscaratti Felice (1721/ 1807)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1776 - 1776

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'