altare di Scipione Paris detto Scipione da Matelica (seconda metà sec. XVII)

altare, 1650 - 1699

Su due plinti, decorati sulla fronte con teste di cherubini e da un mazzo di bacche, poggiano due colonne istoriate con girali vitiformi e capitelli corinzi sui quali s'imposta la trabeazione rettilinea con cornici e dentelli, mensole decorate con foglie d'acanto e rose. Il timpano spezzato sul quale siedono due angeli. Al centro un edicola con la Colomba dello Spirito Santo e due nicchie ornate da cornici fitoforme, volute e teste di cherubini

  • OGGETTO altare
  • MATERIA E TECNICA legno/ intaglio/ doratura
  • ATTRIBUZIONI Scipione Paris Detto Scipione Da Matelica
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Chiesa di S. Maria del Carmine
  • INDIRIZZO Piazza Giacomo Matteotti, Ascoli Piceno (AP)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Secondo un documento, databile 1721, si apprende che il sontuoso complesso dell'altare maggiore venne lavorato dall'intagliatore Paris Scipione di Matelica, artefice nel 1657/1661 del pulpito ligneo della Cattedrale. L'altare dimostra un comporre barocco sobrio ed elegante ed una maestria di esecuzione raffinatissima
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA detenzione Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1100117132
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici delle Marche
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici delle Marche
  • DATA DI COMPILAZIONE 1977
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2000
    2006

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Scipione Paris Detto Scipione Da Matelica

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1650 - 1699

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'