motivi decorativi floreali

paramento liturgico, 1913 - 1913

paramento liturgico composto da pianeta e manipolo realizzati in raso di seta liseré in filaticcio di seta fondo bianco con motivi decorativi floreali nei colori rosso, rosa e verde.Galloni realzzati in seta gialla e in filo d'argento lamellato con motivi decorativi di onde e di fiori stilizzati.Fodera realizzata in tela giallo oro. Le frange del manipolo sono in filo d'argento dorato ritorto

  • OGGETTO paramento liturgico
  • MATERIA E TECNICA seta/ raso/ liseré
    lino/ diagonale
    filo d'argento/ doratura/ lamellatura
  • AMBITO CULTURALE Manifattura Toscana
  • LOCALIZZAZIONE Chiesa di S. Maria a Petroio
  • INDIRIZZO via di Petroio, 74, Vinci (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE A partire dalla fine dell'Ottocento, vennero richiesti tessuti più consoni all'arredo sacro e alle funzioni liturgiche, che fossero in grado di corrispondere sia al contenuto simbolico della cerimonia che alla dignità del sacerdote, chiamato a rappresentare il potere divino. In precedenza, raramente, si era pensato di dare vita ad una produzione destinata ad uso esclusivo della Chiesa. Quindi, per confezionare i paramenti sacri si usavano indifferentemente tessuti da parato e per abbigliamento, magari con disegni che potevano alludere emblematicamente ai dogmi cristiani, come ad esempio il motivo della melagrana, simbolo di immortalità. Le stoffe per l'arredo ecclesiastico prodotte dal XIX secolo in poi rispecchiano nella loro varietà tipologica e cromatica le molte esigenze imposte dal calendario liturgico e dalle differenti possibilità economiche delle comunità parrocchiali. I manufatti tessili possono essere delle più disparate tipologie a seconda delle possibilità economiche di ogni singola chiesa: produzioni pregevoli come tessuti broccati e ricamati, velluti e damaschi, si affiancano a produzioni più economiche ma molto più diffuse come stoffe liseré, damaschi a più colori e broccatelli. Ecco dunque spiegato il vasto impiego di stoffe meno pregiate, perchè realizzate con filaticci di seta, lino, lana o cotone e tecniche particolarmente veloci, caratterizzate da decori più o meno naturalistici, ma ricchi di riferimenti simbolici.Il tessuto in esame sintetizza le suddette pecularità proponendo una struttura a rete di maglie costruita da rami vegetali sviluppati in verticale; entro le maglie è chiuso un bouquet formato da due peonie e da un fiordaliso dal quale poi, si sviluppano altre peonie e altri piccoli festoni floreali. All'interno della fodera è riportata un'iscrizione che colloca cronologicamente il paramento nel 1913 e che ci dice che questo è stato un dono fatto alla parocchia, probabilmente per ottemperare a una grazia ricevuta
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente religioso cattolico
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900626606
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
  • DATA DI COMPILAZIONE 2008

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1913 - 1913

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE