Madonna in adorazione del Bambino e San Giovanni Battista bambino

dipinto, ca 1480 - ca 1499

Personaggi: Madonna; Gesù Bambino; san Giovannino. Paesaggi: alberi; rocce; lago; case. Oggetti: croce. Animali: uccellino

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tavola/ pittura a tempera
  • AMBITO CULTURALE Ambito Fiorentino
  • ALTRE ATTRIBUZIONI Lippi Filippo
    Mainardi Bastiano
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo Civico Pinacoteca Crociani
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Neri-Orselli
  • INDIRIZZO via Ricci, n. 10, MONTEPULCIANO (SI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE L'opera, proveniente dalla collezione privata del primicerio Francesco Crociani, è ricordata da Francesco Brogi(1863) nel Palazzo Comunale di Montepulciano e da lui riferita alla maniera di Filippo Lippi, mentre il primo catalogo a stampa del Museo Civico e Pinacoteca Crociani (1909), allora allestito nel Palazzo Pubblico, ne attribuisce l'esecuzione al pittore Sebastiano Mainardi (San Gimignano 1450 ca. - Firenze 1513), formatosi a Firenze con Domenico Ghirlandaio e collaboratore nella attivissima bottega del maestro. La composizione è sicuramente riferibile all'ambito fiorentino del tardo Quattrocento, evidentemente ispirata alle forme plastiche e dilatate di Filippo Lippi (Firenze 1406 ca. - Spoleto 1469), ma senza dubbio eseguita da un artista minore che ripete stancamente formule stilistiche, temi compositivi e motivi formali del maestro. Legami più stringenti sono stati recentemente avanzati da Laura Martini con le opere di artisti fiorentini del tardo Quattrocento, come Jacopo del Sellaio o gli allievi di Cosimo Rosselli, nonchè con la produzione del cosiddetto "Maestro di Marradi" per le forti affinità stilistiche riscontrate tra la tavola poliziana e il tondo con la "Madonna dell'Umiltà, San Giovannino e un angelo" dell'Ashmoleum Museum di Oxford
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900535094
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Siena e Grosseto
  • DATA DI COMPILAZIONE 1989
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2001
    2006
  • ISCRIZIONI sul retro, cartellino - 28 GIUGNO 1971 126 - lettere capitali - a pennello -

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1480 - ca 1499

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE