calice - bottega napoletana (secondo quarto sec. XIX)

calice, 1832 - 1839

Piede a sezione circolare gradinato. Nodo conico. Sottocoppa. Coppa. Decorazione: perlinatura; foglie lanceolate; greca; modanature

  • OGGETTO calice
  • MATERIA E TECNICA argento/ stampaggio/ cesellatura/ doratura
  • AMBITO CULTURALE Bottega Napoletana
  • LOCALIZZAZIONE Convento di S. Maria del Carmine
  • INDIRIZZO piazza del Carmine, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Questo calice, di evidente gusto neoclassico, appartiene ad una bottega napoletana, come dimostrato dai punzoni con la testina di Partenope ed il numero 7. Tali punzoni consentono anche una piuttosto precisa datazione dell'oggetto, in quanto furono adoperati come bolli di garanzia per tutti i vasi sacri napoletani dal 1 febbraio 1832 (decreto 18.02.1832) al maggio 1839. Infatti, con decreto del 4 maggio 1839 Ferdinando II stabiliva che tutti i vasi sacri prodotti dovessero avere un bollo di garanzia con croce e la lettera N ed i numeri 7 o 8. Risulta quindi evidente, come sottolineato dal Catello, che tutti gli oggetti di uso religioso dotati del bollo con testina di Partenope, lettera N e numeri 7 o 8, sono databili con sicurezza tra il febbraio 1832 ed il maggio 1839. Il calice in esame, oltre ai gia' citati bolli di garanzia, reca anche un punzone probabilmente identificabile con quello dell'argentiere. Sul punzone sembra riportata la parola SCOMI(...), che potrebbe anche essere letta come scomiglio, senza tuttavia alcuna sicurezza in proposito. In effetti a Napoli e' conosciuto un argentiere, Romualdo Scognamiglio, il cui punzone noto somiglia a questo senza pero' essere identico. Inoltre, lo Scognamiglio fu patentato maestro argentiere solo nel 1850 e della sua attivita' sono noti due candelieri del convento di S. Caterina a Teano ed altri oggetti di uso civile in collezione privata
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900305755
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni artistici e storici delle province di Firenze, Pistoia e Prato
  • DATA DI COMPILAZIONE 1994
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
  • ISCRIZIONI sul bordo del piede - 5 - a impressione -
  • LICENZA CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1832 - 1839

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE