Madonna leggente

dipinto, ca 1735 - ca 1749

n.p

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tela/ pittura a olio
  • ATTRIBUZIONI Violante Siries Cerroti
  • LOCALIZZAZIONE Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La cappellina della cella priorale fu rinnovata nel Settecento con fregi e stucchi: il Leoncini nel volume sulla Certosa rileva di non aver rintracciato alcun documento su questo delizioso sacello e si domanda quale sia la fonte documentaria delle notizie, per la verità imprecise, della Guida del 1861 e del Bacchi.Tuttavia in mancanza di riferimenti più precisi e soprattutto di confronti che consentano di smentire le attribuzioni pronunciate da queste fonti bibliografiche, preferiamo mantenerle. Per questo dipinto la soprariferita bibliografia avanza il nome di una pittrice, citata solo con il cognome Cerotti: nome che risulta sconosciuto alla letteratura più recente. Da una cronaca manoscritta francescana settecentesca la pittrice risulta essere una certa Violante Cerroti, una "virtuosa" i cui dipinti di carattere devozionale erano molto richiesti all'epoca (Serafino da Signa, Cronaca del convento di Santa Lucia a Lastra a Signa). Stilisticamente il dipinto ci sembra coevo al resto della decorazione, rivela un'esecuzione abbastanza mediocre, tuttavia un talento nella resa del soggetto di devozione. Soggetto che dovette suscitare l'interesse e incontrare il gusto dei committenti se nel monastero precisamente nella cella P ne esiste un'altra versione
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900305218
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze
  • DATA DI COMPILAZIONE 1994

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Violante Siries Cerroti

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1735 - ca 1749

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'