angelo

dipinto, 1516 - 1516

Figure: angelo. Attributi: (angelo) globo solare; giglio. Architetture: gradini; pilastro su basamento

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tavola/ pittura a olio
  • ATTRIBUZIONI Franciabigio (1484/ 1525)
  • LOCALIZZAZIONE Chiesa di S. Spirito
  • INDIRIZZO piazza S. Spirito, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La statua lignea di S. Nicola e i due angeli accolti nell'incorniciatura marmorea della cappella dovevano far parte di un complesso altare architettonico ligneo ritenuto finora disperso in seguito ai rifacimeti seicenteschi della cappella stessa e composto oltre che dai due pannelli con gli angeli da due tondi raffiguranti l'"Annunciazione" e da una serie di scomparti di predella con storie del Santo la cui successione e' stata ricostruita dal Laskin e dal Parronchi. Il complesso e' raffigurato in un disegno attualmente al Louvre (Inv. 1202) appartenuto al Vasari. Secondo il Vasari Jacopo Sansovino fece il disegno per la statua lignea di S. Nicola intagliata da Nanni Unghero e collocate al centro dell'altare ed esegui' il modello in terracotta per due angeli che avrebbero dovuto essere collocati ai lati del S. Nicola. Secondo la Mc Killay i due modelli, di cui non rimane alcuna traccia, avrebbero potuto costituire una fonte di ispirazione per i due dipinti del Franciabigio con lo stesso soggetto. Il Parronchi ha recentemente ritrovato in una stanza del convento di S. Spirito l'altare di S. Nicola completo di architettura sansoviniana e dipinti del Franciabigio, ad eccezione della predella che si trova smembrata in vari musei. La nicchia centrale, la cui arcata ha un'apertura di medie dimensioni (oggi occupata da una tavola priva di valore artistico e da un crocifisso settecentesco) pone il problema se la statua del santo ancora sull'altare della chiesa sia veramente quella che il Vasari ritiene disegnata da Sansovino e intagliata da Nanni Unghero. Il fatto che l'altare ritrovato presenti anche i due angeli laterali sembra escludere automaticamente l'appartenenza di quelli attualmente nella cappella al complesso originario ma per il momento non e' possibile dare una soluzione a questo problema. Il Parronchi osserva inoltre che le tavole superstiti della predella mentre non mostrano alcuna rispondenza riguardo alle misure con i due angeli in chiesa, ben si adattano invece alle tavole dell'altare nel convento. Nel disegno del Louvre la predella appare formata da sette scomparti, tre sotto lo spazio dell'arco e altri quattro sotto ciascuno dei pilastrini e delle colonnine. Al centro doveva trovarsi il pannello con le "Esequie di S. Nicola" (Roma, collezione privata) leggermente piu' alto degli altri, fiancheggiato a sinistra dalla doppia tavoletta con l'"Apparizione al Santo della Vergine" e di "Sant'Agostino" e con la "Messa di S. Nicola" (Arezzo, Pinacoteca Comunale) e a destra dai "Miracoli di S. Nicola" (Oxford, Ashmolean Museum), mentre la "Canonizzazione del Santo" (Dublino, National Gallery of Ireland) per ragioni formali e cronologiche doveva trovarsi all'estrema destra, come scena finale. Secondo la ricostruzione del Parronchi i due piccoli pannelli che erano collocati sotto le colonnine alle due estremita' sarebbero da identificarsi, quello a destra con una tavoletta con la Carita' di spalle (Asta Pandolfini, ora collezione privata fiorentina), ripetuta dal Francibigio nello "Sposalizio della Vergine" nel chiostro della SS. Annunziata del 1513, quello a sinistra in un altro pannello di ubicazione ignota rappresentante "S. Francesco di Paola in un paesaggio", presentato alla vendita Sanford di Christie nel 1839 insieme agli scomparti di Oxford e Dublino e venduto per meta' del prezzo di questi ultimi
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900297999
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
  • DATA DI COMPILAZIONE 1989
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2000
    2006
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

BENI CORRELATI

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Franciabigio (1484/ 1525)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1516 - 1516

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'