storie di Perseo e Andromeda

base di scultura, ca 1550 - ca 1553

n.p

  • OGGETTO base di scultura
  • MATERIA E TECNICA marmo bianco/ scultura
  • MISURE Altezza: 200 cm
    Larghezza: 90 cm
  • ATTRIBUZIONI Benvenuto Cellini (e aiuti)
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo Nazionale del Bargello
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo del Bargello o del Podestà già del Capitano del Popolo
  • INDIRIZZO v del Proconsolo, 4, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La complessa base del Perseo presenta tre statuette di divinità e Danae con il piccolo Perseo, eroe scelto per volontà di Cosimo I che vi si voleva paragonare nel trionfare sui nemici. Le iscrizioni in latino sono dovute a Benedetto Varchi, che ebbe comunque una responsabilità di ordine più generale nei confronti di tutta l'opera , influenzata dalla filosofia aristotelica, essendo stata da poco riscoperta la poetica. Cellini iniziò a lavorarvi dal 1549-1550 con dei collaboratori: Francesco del Tolla a cui il 30 gennaio 1551 vengono assegnati 23 fiorini, ma anche Guglielmo Fiammingo e Amodio di Sangallo. Per i pagamenti ai vari collaboratori che prestarono la loro opera si veda Trento D. 1984. Il 27 aprile 1554 la statua venne collocata nella Loggia dei Lanzi, suscitando l'ammirazione di critici e letterati
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900293852
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA I Musei del Bargello - Museo Nazionale del Bargello
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze
  • DATA DI COMPILAZIONE 2004
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
  • ISCRIZIONI nel cartiglio sotto la statuetta di Danae - TUTA IOVE AC / TANTO PIGNORE / LAETA FUGOR - lettere capitali - a incisione - latino

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1550 - ca 1553

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'