San Michele Arcangelo tra San Bartolomeo e San Giuliano l'Ospitaliere con donatrice

dipinto, ca 1360 - ca 1365
Matteo Di Pacino
notizie 1359-1394

Incorniciatura modanata

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tavola/ pittura a tempera/ doratura a foglia
  • MISURE Altezza: 158 cm
    Larghezza: 86.5 cm
  • ATTRIBUZIONI Matteo Di Pacino
  • ALTRE ATTRIBUZIONI Ambrogio Di Baldese
    Pseudo Ambrogio Di Baldese
    Orcanesque Master Of The Vatican Busts
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Galleria dell'Accademia
  • LOCALIZZAZIONE Monastero di S. Niccolò di Cafaggio (ex)
  • INDIRIZZO via Ricasoli, 58/60, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il dipinto è giunto alle Gallerie fiorentine attraverso le soppressioni napoleoniche dal monastero di S. Ambrogio: probabilmente potremmo trovarvi un legame con la compagnia di S. Michele della Pace eretta all'interno della chiesa. Il dipinto è attribuito da Siren ad Ambrogio di Baldese, mentre il van Marle propose un avvicinamento allo Pseudo Ambrogio di Baldese. Spetta al Berenson il merito della prima dubitativa attribuzione al Maestro della Cappella Rinuccini. L'ipotesi, rifiutata dal Procacci e dal Marabottini che rispettivamente vi rilevarono la formazione orcagnesca e i riflessi di Giovanni da Milano, è ritenuta convincente dalla Marcucci che ponendo il dipinto in una fase giovanile spiegava l'evidente stacco stilistico dagli affreschi della cappella Rinuccini. Come indicarono l'Offner e la Steinweg, la tavola dell'Accademia è della stessa mano del 'Vir dolorum con busti di santi' della pinacoteca Vaticana, riferito dai due studiosi al Master of the Vatican busts, opera che nei libri del Boskovits e del Fremantle viene inclusa, insieme al dipinto in questione, nel corpus del Maestro della cappella Rinuccini, autore che il Bellosi ha proposto di identificare con Matteo di Pacino. L'identificazione è accettata unanimemente. La datazione più probabile sembra precedere l'intervento di Matteo di Pacino, accanto a Giovanni da Milano, nella cappella Rinuccini, che si data tra 1365 e 1370. Questo sembra confermato dall'affinità esistente con Nardo di Cione e con la Madonna con il Bambino della SS. Annunziata datata 1362, attribuita a Matteo
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900282090
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Galleria dell'Accademia di Firenze
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze
  • DATA DI COMPILAZIONE 1988
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2005
    2006

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Matteo Di Pacino

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1360 - ca 1365

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'