Madonna col Bambino in gloria tra angeli e santi. Madonna col Bambino e i santi Francesco, Chiara, Margherita, Maria Maddalena e quattro angeli

dipinto, 1518-1519
Francesco Signorelli
notizie 1518-1559

tavola con cornice

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tavola/ pittura a olio
  • AMBITO CULTURALE Ambito Toscano
  • ATTRIBUZIONI Luca D'egidio Di Ventura Detto Luca Signorelli: pittore
    Francesco Signorelli: disegnatore
  • LOCALIZZAZIONE Museo nazionale d'arte medievale e moderna
  • INDIRIZZO via San Lorentino, 8, Arezzo (AR)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Salmi dice che la pala fu commissionata al pittore dalle suore del convento delle Sante Margherita e Maddalena di Arezzo il 24 marzo del 1518. Eseguita a Cortona, la tavola fu portata ad Arezzo l'anno successivo. Ludovico Guillichini concordò con il pittore il prezzo di settanta ducati che gli furono finiti di pagare il 24 agosto del 1519. Le monache avevano ordinato una composizione simile alla Pala realizzata per la Compagnia del Gesù a Cortona (La Comunione degli apostoli), compiuta nel 1512 con il concorso della bottega, come in questo caso. Salmi sottolinea la somiglianza con la Pala della Galleria nazionale di Londra e della Pinacoteca di Città di Castello, opere tarde di Signorelli. Mette in evidenza la somiglianza della Madonna con la Vergine della tavola proveniente dalla Trinità dei Pellegrini di Cortona oggi agli Uffiizi; dell'angelo musicante di destra con quello di sinistra della tavola Sernini in S. Domenico a Cortona. Ricorda inoltre che, per contratto, Signorelli doveva dipingere anche il gradino d'altare che il Mancini (1903) identifica con la predella della sagrestia del Duomo di Arezzo, con due Santi francescani, la nascita della Vergine, la Presentazione al tempio e lo Sposalizio. Nicoletta Baldini (2004) ribadisce l'intervento del nipote Francesco Signorelli allora principale assistente di Luca Signorelli. Il convento di Santa Margherita fu fondato entro le mura delle città di Arezzo agli inizi del XIV secolo. Era stato edificato per accogliere le terziarie francescane. Nella seconda metà del Quattrocento fu unito a quello di Santa Maria Maddalena, monastero del terz'ordine francescano con finalità assistenziali. Da questa data le due famiglie religiose formarono un unico convento detto di Santa Margherita e di Santa Maria Maddalena. Sempre nel corso del XIV secolo, la comunità religiosa passò al second'ordine francescano. Dietro pressioni da parte delle clarisse di Pionta, che si trovavano in precarie condizioni economiche, nel 1478 le clarisse di Santa Margherita e Santa Maria Maddalena furono unite a quelle di Pionta, anche se, dopo pochi anni, tornarono a separarsi. Il 1500 fu l'anno che vide la concentrazione, voluta dal vescovo di Arezzo e dal vicario poi ministro generale dell'ordine francescano Egidio Delfini d'Amelia, dei conventi delle clarisse di Santa Margherita, di Pionta e di Montecalbi, nell'unica sede del convento di Santa Margherita. I lavori di ampliamento, iniziati nello stesso anno, furono completati intorno al 1520. Il convento fu soppresso nel 1810 e riaperto nel 1814. In seguito alla legge emanata nel 1815 che prevedeva la presenza in ogni città di un solo monastero per ciascuna regola o famiglia religiosa, tutte le clarisse di Arezzo, alle quali furono unite anche le Murate e le agostiniane, furono concentrate, ancora una volta, nel convento di Santa Margherita. Nel 1817 fu ristabilita anche la clausura. La data di ingresso della pala in Pinacoteca è resa nota dalla Del. Giunta mun., 1892 P.I, apr. 16, p. 115, per via della manifestata necessità di un ampliamento dei luoghi espositivi (Agnolucci/ Droandi 1990)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900259237
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo
  • DATA DI COMPILAZIONE 1991
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2012
    2014

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Luca D'egidio Di Ventura Detto Luca Signorelli

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Francesco Signorelli

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1518-1519

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE