progetto per la facciata di Santa Maria del Fiore

disegno, 1866 - 1866
Giuseppe Martelli
1792/ 1876

Il disegno ha una cornice in legno scuro, liscia moderna

  • OGGETTO disegno
  • MATERIA E TECNICA carta/ inchiostro/ matita/ pittura a tempera
  • MISURE Altezza: 195
    Larghezza: 165
  • ATTRIBUZIONI Giuseppe Martelli
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo dell'Opera del Duomo
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo dell'Opera del Duomo
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il disegno è un progetto per la facciata del Duomo di Firenze, eseguito da uno dei più noti architetti italiani dell'Ottocento, Giuseppe Martelli, che lo presentò al secondo concorso per la facciata nel 1867, illustrandolo egli stesso in una reliazione a stampa (Martelli, 1867) dove spiegava la sua scelta di un coronamento che rispettasse la pianta basilicale della cattedrale. Il progetto è stato fatto oggetto di uno studio approfondito in occasione della mostra del 1987 sui concorsi per la facciata di S.Maria Del Fiore (Cerretelli in 1987, pp. 180, 184). Il disegno proviene dal lascito Martelli alla Galleria degli Uffizi (Meloni, Pinto, in Wolfers, 1980; p.174, n.13). L'eterogeneità degli elementi che compongono la facciata del Martelli è perfettamente in linea con l'eclettismo caratterizzante l'arte di quegli anni. Tra le fonti di ispirazione dell'architetto: la loggia dell'Orcagna, il Duomo di Siena e quello di Orvieto (cfr. Wolfers Mazzoni, 1980, p.110), i mosaici della chiesa di San Frediano a Lucca (Cerretelli, 1987)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Disegni
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900229219
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni artistici e storici delle province di Firenze, Pistoia e Prato
  • DATA DI COMPILAZIONE 1992
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Giuseppe Martelli

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1866 - 1866

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'