Pietà

dipinto, ca 1555 - ca 1559

dipinto

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tavola/ pittura a olio
  • MISURE Altezza: 86
    Larghezza: 51
  • ATTRIBUZIONI Bigordi Ridolfo Detto Ridolfo Ghirlandaio (attribuito)
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo di Casa Vasari
  • LOCALIZZAZIONE Casa Vasari
  • INDIRIZZO Via XX Settembre, 55, Arezzo (AR)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Per questa tavola che già il Berti (1955) e il De Tolnay (1960) indicavano copia di un disegno perduto di Michelangelo, Marco Collareta (1980) ha rinvenuto un documento all'Archivio di Stato di Firenze in cui si nomina "uno ritratto di una Pietà di mano del Ghirlandaio dal disegno di Michelagnolo finito questo di (6 luglio 1559) di dipignere e fattovi fare ornamento di noce ad uso di spera si consegnò a sua eccellentia (il Duca Cosimo I) per tenere nel suo scriptoino" (A.S.F., Guard. Med., 37, c. 18 r.). lo studioso pone a confronto questa tavoletta con un quadro del Tosini conservato alla pinacoteca di Cremona (cfr. A. Puerarti, La Pinacoteca di Cremona, Firenze, 1951, pp. 141-142, fig. 170) che sembra però successivo; infatti nell'opera aretina emergono maggiormente i dettagli del motivo decorativo della veste della Madonna, dei capelli inanellati dei putti e dei particolari fisionomici del Cristo. Il chiaroscuro è meno alloriano rispetto alla tavola di Cremona, tale da giustificare una datazione ancora in piena era vasariana. Il dipinto doveva essere stato commissionato per uso strettamente privato
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900223825
  • NUMERO D'INVENTARIO 6071
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Museo di Casa Vasari
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Architettonici Paesaggistici Storici Artistici ed Etnoantropologici di Arezzo
  • DATA DI COMPILAZIONE 1989
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Bigordi Ridolfo Detto Ridolfo Ghirlandaio (attribuito)

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'