Allegoria dei Perseguitati

dipinto,

Dipinto a monocromo su telaio

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tela/ pittura a olio
  • ATTRIBUZIONI Catani Luigi (1792/ 1840)
  • LOCALIZZAZIONE Arezzo (AR)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il dipinto, grazioso esempio di monocromo a chiaroscuro di nero e di biacca, fa parte di una serie di otto allegorie usate, montate su telai, come ante di alcuni armadi a muro che un tempo contenevano i tesori della chiesa. Le figure e la composizione denotano la mano di un buon esecutore; Tafi affernma genericamente che si tratta di un artista neoclassico. In realtà possiamo cogliere nelle figure monocromate, per quanto in mancanza di documentazione nonsia lecito sbilanciarsi troppo, i segnali di una mano la cui cultura è prevalentemente toscana, con echi assai chiari della maniera degli accademici fiorentini dell'ultimo quarto del '700, come Giuliano Traballesi, Stefano Tofanelli (un lucchese che ebbe rapporti con Roma), il primo Sabatelli; si tratta di un ambiente molto omogeneo, antro il quale è difficile individuare dei nomi a livello di pura attribuzione stilistica, soprattutto quando si ha a che fare con lavori di parziale routine come questo, forse attività minore di qualcuno dei tanti allievi dell'Accademia: gli influssi sopracitati, e la chiara adesione dei monocromi di S. Caterina alla fase neoclassica segnata delle imprese di Mengs o di Gavin Hamilton spingono ad una datazione compresa tra la fine del XVIII e l'inizio del XIX secolo; non dobbiamo inoltre dimenticare che la compagnia che aveva sede nella chiesetta (e che costruì il complesso tra il 1768 e il 1776) venne soppressa nel 1785 e soltanto nel 1791 potè ricostituirsi e utilizzare nuovamente l'oratorio; è probabile perciò che i monocromi, non potendo essere riferiti alla prima fase di sistemazione del complesso, facciano parte dei lavori effettuati dopo la ricostituzione
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900220445
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Architettonici Paesaggistici Storici Artistici ed Etnoantropologici di Arezzo
  • ISCRIZIONI Sul cartiglio a stucco superiore - BEATI QUI PERSECUTIONEM PATIUNTUR PROPTER IUSTITIA / QUONIAM IPSORUM EST REGNUM COELORUM - lettere capitali - a pennello - latino
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Catani Luigi (1792/ 1840)

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'