incoronazione di Maria Vergine

dipinto murale staccato, ca 1420 - ca 1420

n.p

  • OGGETTO dipinto murale staccato
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura a fresco
  • ATTRIBUZIONI Ambrogio Di Baldese (attribuito)
  • LOCALIZZAZIONE Scarperia e San Piero (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Quest'affresco occupava la parete centrale della piccola cappella e fungeva da sfondo all'altare della medesima. Le cattive condizioni nelle quali versava fino al momento della rimozione ne hanno pregiudicato assai la lettura essendo visibili solo il gruppo centrale e qualche frammento ai lati. Nonostante ciò e le pesanti ridipinture, emerge l'alta qualità del dipinto riferibile ad un pittore abile e delicato appartenente alla scuola fiorentina del primo Quattrocento. Il Niccolai (1914) nella sua Guida ricorda che in questa cappellina "vi è qualche buona pittura" e nel 1981 la Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici di Firenze attribuì gli affreschi allo Pseudo-Ambrogio di Baldese e ne delimitò l'ambito cronologico intorno al 1420, mentre nel 1983 il Prof. M.Bini, ribadendo la datazione agli inizi del XV secolo, spostò l'attribuzione ai seguacei dell'Angelico. Personalmente escluderei quest'ultima attribuzione in quanto sia l'aspetto compositivo che la marcata plasticità delle figure mi sembrano richiamare più la tradizione trecentesca che le nuove cadenze tardo-gotiche che tanto influirono sul linguaggio pittorico dell'Angelico. Lo stile del nostro maestro è un significativo insieme di elementi trecenteschi e quattrocenteschi accompagnati da una notevole padronanza compositiva e da una particolare attenzione alle delicatezze cromatiche. Tali caratteristiche permettono di mantenere una datazione entro il 1420 e in base a ciò mi parrebbe troppo attardata l'attribuzione allo Pseudo-Ambrogio di Baldese, ritenuto attivo fra gli anni '20-'40 e non escluderei la paternità dello stesso Ambrogio che appartiene alla generazione precedente. Le delicate cromie, la disposizione spaziale delle figure e la resa dei corpi sono ravvicinabili al gruppo di affreschi della cappella di S. Maria e Zanobi nel Monastero del Paradiso, attribuiti a questo maestro
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà privata
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900191374
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
  • DATA DI COMPILAZIONE 1986

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Ambrogio Di Baldese (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1420 - ca 1420

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'