lampadario di Crosten Vittorio (sec. XVII)

lampadario, ca 1697 - ca 1697

un lampadario riccamente intagliato a festoni di foglie e frutta con due ordini di lumi a sei braccia ciascuno

  • OGGETTO lampadario
  • MATERIA E TECNICA legno/ intaglio/ doratura
  • ATTRIBUZIONI Crosten Vittorio (notizie Fine Sec. Xvii): esecutore
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Galleria Palatina e Appartamenti Reali
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Pitti
  • INDIRIZZO P.za Pitti, 1, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE il lampadario, di straordinaria importanza storico artistica, è uno dei pochi esemplari seicenteschi pervenuti fino ai nostri giorni. Esso fu eseguito intorno al 1697 (come già avvertiva A. Gonzales Palacios) nella bottega dell'intagliatore Vittorio Crosten e, insieme ad alcune cornici per i quadri di Bartolomeo Bimbi, doveva arredare una delle sale della villa della Topaia. Durante i primi mesi del 1697 infatti viene pagato un certo "Francesco Ambrogi per à conto delle spese fatte e da farsi in pagare i due intagliatori ch'in bottega di Vettorio intagliano la lumiera per la villa della Topaia a Castello" (ASF, GM 1068, c.3). L'insieme degli arredi della villa, progettati con tutta probabilità dal Marmi, furono dispersi in epoca lorenese quando essa fu venduta: la lumiera, insieme ai quadri del Bimbi con le loro cornici, fu spostata nella vicina Villa di Castello, per poi passare (dopo il 1911) a Palazzo Pitti dove fu collocata nella Sala Celeste al posto della cosiddetta lumiera dei "Tritoni" di F. Morini. Il lampadario, documentato negli inventari della villa di Castello fin dal 1785, subì una trasformazione intorno al 1817 quando cioè furono aggiunti "dodici viticci di legno a 3 bracci iascuno con padelline e bocciuoli simili e quattro padelline di latta; intagliati e tutti dorati (ASF, IRC 1669, c. 353)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900162816
  • NUMERO D'INVENTARIO MVC 3677
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Le Gallerie degli Uffizi
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze
  • DATA DI COMPILAZIONE 1986
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2000
    2006
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Crosten Vittorio (notizie Fine Sec. Xvii)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1697 - ca 1697

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'