Venere e Cupido

soffitto dipinto, 1702 - 1702

Soggetti profani. Divinità: Venere; Cupido. Abbigliamento: veste; calzari. Oggetti: anfora; bacile; scrigno; gioielli. Mobilia: triclinio. Attributi: ( CUPIDO ) faretra; freccia. Animali: colombi

  • OGGETTO soffitto dipinto
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura a fresco
  • ATTRIBUZIONI Alessandro Gherardini (attribuito): esecutore
  • LOCALIZZAZIONE Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE E' singolare la libertà compositiva di questa Venere, attorniata dai simboli della sua divinità, ma al tempo stesso profondamente settecentesca, libera e profana non solo negli arredi ( lo scrigno, l'anfora, il bacile ), ma anche nella grazia pungente della fisionomia ritagliata da certe figurine di Sebastiano Ricci. L'autore di questa gustosa figurina "alla veneta" sembra prprio il fiorentino Alessandro Gherardini che si distinse per il brio e la facilità nell'inventare e il gran gusto del colorire seguendo il suo temperamento bizzarro e inquieto, come scrivono i ontemporanei Gaburri e Baldinucci
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900161574
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze
  • DATA DI COMPILAZIONE 1983
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
    2012

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Alessandro Gherardini (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1702 - 1702

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'