allegoria della Vittoria che incorona un soldato morente

monumento ai caduti a cippo, 1919-1920

Al di sopra di una base di forma quadrata si erge un piedistallo in calcare di Rezzato, arricchito negli spigoli da rami d'alloro; in basso, sul fronte, un gruppo scultoreo costituito da uno scudo circolare adagiato su di una bandiera e completato da un elmo e un ramo di alloro, riporta le date della guerra e il motto PRO PATRIA PUGNAVIT (lottò per la patria). In alto, in marmo bianco, un nudo maschile morente viene abbracciato alle spalle da una figura femminile alata: allegoria della Gloria che bacia ed incorona il martire della Patria con un ramo di alloro. Sul fronte del piedistallo la dedica di Monticelli ai caduti. Negli altri tre lati è visibile l'elenco dei caduti della Grande Guerra

  • OGGETTO monumento ai caduti a cippo
  • MATERIA E TECNICA marmo bianco di Carrara/ scultura
    pietra di Rezzato
  • MISURE Profondità: 420 cm
    Altezza: 540 cm
  • ATTRIBUZIONI Monti Francesco Riccardo (1888/ 1958): scultore
  • LOCALIZZAZIONE giardino pubblico
  • INDIRIZZO Via Martiri della Libertà 2, Monticelli d'Ongina (PC)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La costruzione del manufatto fu caldeggiata dall’Amministrazione comunale poco tempo dopo la fine della guerra. In origine il progetto prevedeva una scultura realizzata in bronzo, ma il Comune, dietro sollecito del Comitato Interministeriale per la Sistemazione delle Industrie di Guerra, negò la fornitura dei venti quintali di bronzo necessari. Il monumento venne realizzato dallo scultore cremonese Francesco Riccardo Monti (1888-1958) tra il 1919 e il 1920; l’artista era già impegnato su altri monumenti e targhe dedicate ai caduti della Grande Guerra. Più tardi l’iconografia del gruppo scultoreo fu ripetuta da Monti per realizzare la lancia, in alluminio, della bandiera della locale sezione dei Mutilati, la cui immagine venne diffusa nel 1921 attraverso cartoline. Nel monumento prevale il carattere epico e trionfalistico della guerra, delineato con un elegante stile liberty. Nel monumento prevale il carattere epico e trionfalistico della guerra, delineato con un elegante stile liberty. Al di sopra di una base di forma quadrata si erge un piedistallo in calcare arricchito negli spigoli da rami d'alloro; in basso, sul fronte, un gruppo scultoreo costituito da uno scudo circolare adagiato su di una bandiera e completato da un elmo e un ramo di alloro, riporta le date della guerra e il motto PRO PATRIA PUGNAVIT (lottò per la patria). In alto, in marmo bianco, un nudo maschile morente viene abbracciato alle spalle da una figura femminile alata: allegoria della Gloria che bacia ed incorona il martire della Patria con un ramo di alloro. Sul fronte del piedistallo la dedica di Monticelli ai caduti, mentre più in basso sono stati successivamente aggiunti i nomi dei soldati scomparsi nella seconda guerra mondiale. Negli altri tre lati è visibile l'elenco dei caduti della Grande Guerra. Il monumento è stato restaurato nel 2003. Bibliografia: "La Grande Guerra. Monumenti e testimonianze nelle province di Parma e Piacenza", Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici di Parma e Piacenza, grafiche STEP editrice, 2013, scheda di Barbara Salimbeni, pp. 186-187; C. Cresti, "Architetture e statue per gli eroi. L’Italia dei Monumenti ai Caduti", Firenze 2006, p. 132; A. Filippacci Bonetti, "L’orto dei marmi: Francesco Riccardo Monti 1888-1958", Cremona 2003, p. 178; "Testimonianze incise nel marmo: i monumenti ai Caduti della Resistenza piacentina", a cura del Comitato provinciale dell’A.N.P.I., Piacenza 1999; A. Gervasoni, G. Fornasari, "Paese mio. Monticelli d’Ongina. Guida Storico-Folcloristica", Fidenza 1975; "Gloria a l’Olocausto, in “La Provincia”", 4 novembre 1921; "L’inaugurazione del monumento ai caduti, in “La Provincia di Cremona”", 19-20 settembre 1920. Sitografia: http://www.emiliaromagna.beniculturali.it/index.php?it/108/ricerca-itinerari/51/473 ; www.museodelpo.it/Monticelli%20d%27Ongina.html; www.atlantearte.it/wordpress/dino-molinari.html; www.chieracostui.com/costui/docs/search/schedaoltre.asp?ID=4767; www.treccani.it/enciclopedia/francesco-riccardo-monti_%28Dizionario-Biografico%29/
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800577645
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Parma e Piacenza
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Parma e Piacenza
  • DATA DI COMPILAZIONE 2014
  • ISCRIZIONI lato sud, sul basamento - DVLCE ET DECORVM EST/ PRO PATRIA MORI/ A SVOI FIGLI/ CHE PER LA PATRIA/ NELLA GUERRA DELLE NAZIONI/ PERDENDO LA VITA/ AQVISTARONO LA IMMORTALITÀ/ LA TERRA/ DI MONTICELLI D’ONGINA/ ANTICA SEDE/ DI VOMINI LIBERI/ D./ CADVTI NELLA GVERRA 1940-1945 [segue elenco 19 nomi] - capitale - a rilievo - italiano
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Monti Francesco Riccardo (1888/ 1958)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1919-1920

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ITINERARI