allegoria della Vittoria come aquila

monumento ai caduti ad obelisco, 1925 - 1927/04
Giacomo Zilocchi
1862/ 1943

Il grandioso monumento è inserito nel vasto parco di piazza Trento e Trieste. Si compone di un articolato basamento a gradini, intervallati da agglomerati cubici, di un piedistallo sfaccettato e di un pilastro svettante, tutti in marmo bianco. Sui lati principali della stele sono collocati due straordinari gruppi statuari in bronzo. Da una parte una personificazione della Vittoria alata che incede insieme ad alcuni soldati di reminiscenza romana. Dall'altra una personificazione dell'Italia coronata, che salda impugna una spada, davanti a un nugolo di militari vestiti di elmo e mantello. Ai piedi dei soldati vi sono due epigrafi dettate da Giuseppe Agnelli, bibliotecario della Ariostea di Ferrara. A raccordo dei due gruppi vi sono due lastre con aquile. Il pilastro termina alla sommità con una coppa bronzea

  • OGGETTO monumento ai caduti ad obelisco
  • MATERIA E TECNICA bronzo/ fusione
    marmo bianco/ scultura
  • ATTRIBUZIONI Giacomo Zilocchi: progettista
  • LOCALIZZAZIONE giardino
  • INDIRIZZO Piazza Trento e Trieste, Fiscaglia (FE)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE I caduti della Grande Guerra dovevano inizialmente essere commemorati con una targa da murare nell’atrio del Palazzo Municipale: l’incarico venne affidato nel 1923 a due giovani artisti ferraresi, Renzo Vancini e Leone Tumiati, ma a seguito di polemiche insorte sulla scelta del luogo di esposizione il progetto fu scartato. Nel 1925 il Comune affidò all’artista piacentino Giacomo Zilocchi il compito di ideare un monumento. L'opera costò 27.000 lire, reperite con una raccolta fondi divulgata dalla "Gazzetta Ferrarese", e fu inaugurata nell'aprile 1927. Lo stesso modello era stato usato dall'autore a Soragna (PR) nel 1926. Bibliografia: A. Poggiali, I segni della guerra. Lapidi e monumenti in provincia di Ferrara, ai caduti italiani nel XX secolo. Vol. II, Ravenna 2012, pp. 79-81. L. Scardino (a cura di), Mario Sarto (1885-1955). Uno scultore codigorese tra Liberty e Novecento fotografie di Andrea Samaritani, Ferrara 2006, p. 15. Migliaro, Migliarino, Fiscaglia, Valcesura, Cornacervina. Un millennio di storia in comune, Vol. II, pp. 335-338. L. Scardino, Il monumento ai caduti di Guarda Ferrarese in FD, Bollettino della "Ferrariae Decus", n. 10, 30 novembre 1996, p. 81. L. Scardino, Giacomo Zilocchi "valente rifacitore delle statue de' Principi Estensi". Il carteggio con Giuseppe Agnelli, Ferrara Liberty House 1991. Documentazione d'archivio: ASCFE, Grandi festeggiamenti "Pro erigendo monumento" ai caduti in guerra in "Gazzetta Ferrarese", 23 settembre 1925. Sitografia: http://www.emiliaromagna.beniculturali.it/index.php?it/108/ricerca-itinerari/47/414 http://www.cento-comunisti.it/gruppoci/migliar05.htm http://www.emiliaromagna.beniculturali.it/index.php?it/108/ricerca-itinerari/50/462
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800577444
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Bologna Ferrara Forli'-Cesena Ravenna e Rimini
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Bologna Ferrara Forli'-Cesena Ravenna e Rimini
  • DATA DI COMPILAZIONE 2014
  • ISCRIZIONI basamento, lato principale, lapide - MIGLIARINO/ A QUEI FIGLI/ CHE DI NOSTRA STIRPE ROMANA/ CONOBBERO/ LA FEDE L'ARDIMENTO IL SACRIFICIO/ 1915 - 1918 - capitale - a rilievo - latino

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Giacomo Zilocchi

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ITINERARI