Muzio Scevola

gemma, ca 1500 - ca 1699

Corniola arancione. Forma subcircolare; Zwierlein-Diehl 7. Muzio Scevola in armatura, completa di clamide che ricade abbondantemente sul dorso, stante sulla gamba d., quasi frontale, con capo volto a d., indossa un elmo crestato e tiene nella d. un' asta-lancia, a cui si appoggia; la mano s. è protesa sopra un braciere, adorno di ghirlande, da cui fuoriescono copiose fiamme, che si trova nel campo a d. Linea di base

  • OGGETTO gemma
  • MATERIA E TECNICA CORNIOLA
  • MISURE Lunghezza: 12.5 mm
    Spessore: 3 mm
    Larghezza: 10.5 mm
  • AMBITO CULTURALE Produzione Italiana
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Galleria Estense
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo dei Musei
  • INDIRIZZO largo Sant'Agostino, 337, Modena (MO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La gemme risulta intagliata con cura, evidente nella realizzazione dei particolari dell'abbigliamento e del braciere, e si discosta dai prodotti di massa della glittica di età moderna, ben documentati anche nella Raccolta Estense, che risultano di manifattura decisamente corrente (cfr. AG Wien III, taf. 205-207, nn. 2649 ss.). Il soggetto, che occupa interamente il campo, tanto che la parte superiore dell'asta-lancia pare fuoriuscire, rientra tra le raffigurazioni di Muzio Scevola. Secondo E. Zwierlein-Diehl a partire dal XVI, ma soprattutto nel XVII-XVIII secolo, si diffondono nel repertorio glittico nuovi tipi iconografici che non riprongono modelli antichi, ma illustrano piuttosto episodi noti dalla letteratura classica, come quello di Muzio Scevola, tramandato soprattutto da Livio (Zwierlein-Diehl E., Antike Gemmen und ihr Nachleben, Berlin 2007, p. 292). Per il motivo, cfr. AGDS I/3, Muenchen, tav. 255, n. 2728 (lapislazzuli, attribuito III/IV sec. d.C.); AGDS III, Goettingen, tav. 58, n. 348 (calcedonio, attribuito tardo III sec. d.C.); Mandrioli Bizzarri 1987, p. 147, n. 287 (eliotropio, attribuito III-IV sec. d.C. o XVII-XVIII secolo?). Tra le gemme della Galleria Estense di Modena esso è attestato altre sei volte: nn. 26 (= 00285276), 100 (= 00285350), 305 (= 00285555), 432 (= 00285682), 474 (= 00285724), 1051 (= 00286301)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800285729
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA GALLERIA ESTENSE
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Modena e Reggio Emilia
  • DATA DI COMPILAZIONE 2007
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2012

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1500 - ca 1699

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE