Fortuna

gemma, ca 1500 - ca 1649

Forma ellittica; Zwierlein-Diehl 1.1. Figura femminile panneggiata stante, ma con la testa di profilo verso s., tiene con la mano s. un ramoscello (una palma?) e con la d. un timone (Fortuna?). Linea di base. REVISIONE: Forma ellittica; Zwierlein-Diehl 1.1. Figura femminile (Fortuna?) incedente di tre quarti verso s., con la testa di profilo a s., con lungo chitone pieghettato cinto in vita e rigonfio posteriormente nella parte inferiore e amntello avvolto attorno ai fianchi; con la mano d. tiene un timone (?) ritto a terra, con la s. un ramoscello fogliato. Linea di base

  • OGGETTO gemma
  • MATERIA E TECNICA lapislazzulo/ intaglio
  • MISURE Lunghezza: 12.5 mm
    Spessore: 3 mm
    Larghezza: 9 mm
  • AMBITO CULTURALE Produzione Italiana
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Galleria Estense
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo dei Musei
  • INDIRIZZO largo Sant'Agostino, 337, Modena (MO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Per il soggetto cfr. il n. 138 (08/00285388), ma anche altre raffigurazioni di Fortuna: nn. 53 (08/00285303), 54 (08/00285304), 60 (08/00285310), 61 (08/00285311), 68 (08/00285318), 76 (08/00285326), 85 (08/00285335), 92 (08/00285342), 103 (08/00285353), 113 (08/00285363), 129 (08/00285379), 132 (08/00285382) (con Vittoria), 135 (08/00285385). REVISIONE: L'esemplare della Galleria Estense di Modena trova confronto, dal punto di vista stilistico ed iconografico, con alcune gemme in lapislazzuli attribuite a produzioni di massa del Kunsthistorisches Museum di Vienna, il cui soggetto è stato identificato con raffigurazioni di Cerere (AG Wien III, tav. 205, nn. 2655-2657), datate tra il XVI e la prima metà del XVII secolo. Simile è anche AGDS IV, Hamburg, tav. 262, n. 62 (calcedonio, attribuita al III sec. d.C., ma, a nostro avviso, più probabilmente moderna: interpretata come Fortuna). Nel caso in esame è probabile una identificazione del soggetto con Fortuna, per la presenza dell'attributo nella mano d., verosimilmente interpretabile come timone, mentre il ramo fogliato nella mano s. potrebbe costituire una reinterpretazione della cornucopia
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800285391
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA GALLERIA ESTENSE
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Modena e Reggio Emilia
  • DATA DI COMPILAZIONE 1996
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2007
    2012

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1500 - ca 1649

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE