ratto delle Sabine

dipinto,

All'interno di un paesaggio con rovine alcuni soldati vestiti all'antica si prodigano a rapire alcune donne. Al centro, il soldato stringe ai fianchi e solleva una donna; accanto, un altro armigero denuda il petto ad un'altra

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tela/ pittura a olio
  • ATTRIBUZIONI Giordano Luca (1634/ 1705)
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Palazzo Spinola di Pellicceria
  • INDIRIZZO piazza di Pellicceria 1, Genova (GE)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Sembra probabile che il quadro in questione sia quello visto da Cochin e dal Ratti nel XVIII secolo a Genova, nel palazzo di Costantino Balbi (poi Palazzo Raggio), insieme ad una delle tre raffigurazioni conosciute di Perseo e Fineo del Giordano, da identificare secondo O. Ferrari con il dipinto già alla Hein Gallery di Londra - e oggi presso la National Gallery della stessa città - e ad una Regina Jezabel dilaniata dai cani. Dal Torriti è stata pubblicata una foto del dipinto che documento il quadro ancora in uno dei salotti di Palazzo Cattaneo Adorno (già Palazzo Spinola), chiamato appunto "salotto di Luca Giordano", prima che l'opera fosse trasferita nella collezione di Piero Pagano. Successivamente l'opera era rimasta in proprietà privata nel principato di Monaco, prima dell'esercizio di prelazione da parte dello Stato italiano nel 2010. Pilo ha avanzato una datazione della tela al 1667 mentre Ferrari e Scavizzi hanno preferito posticipare l'opera agli anni 1680-85, confermata anche da Farida Simonetti (2016)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0700050860
  • NUMERO D'INVENTARIO SBAS 121524
  • DATA DI COMPILAZIONE 1992
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
    2021
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Giordano Luca (1634/ 1705)

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'