paesaggio

dipinto, post 1700 - ante 1799

Abbigliamento: abiti classici. Paesaggi: alberi. Costruzioni: rovine di un tempio

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tela/ pittura a olio
  • MISURE Altezza: 116
    Larghezza: 164
  • AMBITO CULTURALE Ambito Ligure-piemontese
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Palazzo Comunale di Vado Ligure
  • INDIRIZZO Piazza S. Giovanni Battista, 9 R, Vado Ligure (SV)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il dipinto è registrato al n°28 dell'Inventario (6 luglio 1880) dei quadri ed oggetti d'antichità lasciati da Don Cesare Queirolo al Comune di Vado Ligure nel 1877.La tela sembra nata dalla collaborazione tra un pittore ligure vicino alla maniera di Carlo Antonio Tavella (Milano, 1668- Genova, 1738), che potrebbe aver eseguito il paesaggio, e un pittore piemontese vicino al gusto di P. Domenico Olivero (Torino, 1672 ca. - 1754), che ha inserito tra fronde e rovine figure recuperate dal repertorio dei bamboccianti (cfr. Varaldo C., Savona 1975).Per le misure e le affinità stilistiche è da considerarsi "gemello" del dipinto alla scheda n° 00015110
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA detenzione Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0700015111
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Imperia e Savona
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Liguria
  • DATA DI COMPILAZIONE 1979
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006

BENI CORRELATI

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - post 1700 - ante 1799

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE