morte del soldato e madre con bambino

monumento ai caduti a basamento, post 1921 - 1922/12/10

Su di un recente basamento di forma rettangolare si dispone un sostegno trapezoidale. Al di sopra si distende in diagonale il gruppo scultoreo che raffigura un soldato esanime pianto dalla vedova che, mentre con una mano sostiene il capo del moribondo con l'altra sorregge il figlio ancora in fasce

  • OGGETTO monumento ai caduti a basamento
  • MATERIA E TECNICA marmo d'Istria/ scultura
  • MISURE Altezza: 324cm
    Lunghezza: 324 cm
    Larghezza: 270cm
    : 270 cm
    : 120cm
    : 120 cm
  • ATTRIBUZIONI Antonio Franzolini (attribuito): scultore
  • LOCALIZZAZIONE Piazza Primo Maggio
  • INDIRIZZO Piazza Primo Maggio, Faedis (UD)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il gruppo scultoreo del monumento fu eseguito nel 1921 e posto nella piazza antistante il municipio, dove anche attualmente si trova. Da documentazione fotografica storica si deduce che il monumento era formato da un imponente basamento, al di sopra del quale si posizionava la scultura. In seguito fu spostato all'esterno del vecchio cimitero di San Pietro, accanto all'omonima chiesa. Il cimitero fu dismesso negli anni successivi al terremoto del 1976 e la sola parte scultorea venne collocata nell'attuale piazza Primo Maggio, con la dedica ai caduti di tutte le guerre. Nel giornale "La Patria del Friuli" del 5 gennaio 1921 si legge: "... l'esecuzione del grandioso gruppo allegorico che coronerà il monumento ai nostri caduti, concepito e scolpito in pietra d'Istria, da quel valente artista vostro concittadino che è il sig. Antonio Franzolini è pressoché ultimata." Lo stesso giornale, l'anno seguente, specifica che l'ideatore del basamento marmoreo fu l'architetto Miani, mentre la lavorazione del marmo del basamento fu opera di Annibale Giavitto di Faedis; la posa in opera fu curata dalla Cooperativa di Lavoro di Faedis. Il monumento fu inaugurato con solenne cerimonia domenica 10 dicembre 1922. Bibliografia: "La Patria del Friuli", mercoledì 5 gennaio 1921; "La Patria del Friuli", lunedì 11 dicembre 1922; "... a Faedis. Spiei di vite", Comune di Faedis, 2006, pp. 38, 71
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0600165998
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Friuli - Venezia Giulia
  • DATA DI COMPILAZIONE 2014
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2016
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Antonio Franzolini (attribuito)

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ITINERARI