Allegoria della Patria che sostiene un soldato morente

monumento ai caduti a cippo, 1926 - 1926
Guido Cremesini
1893/ 1984

Una bassa recinzione metallica, con cancello, delimita l’area verde che circonda il monumento. Su una base a tre gradini insiste un parallelepipedo in pietra decorato, sulla fronte, da una lapide con i nomi dei caduti della Seconda Guerra Mondiale, sopra la quale è scolpito un piccolo busto di figura con aureola. Sul lato est è scolpito il leone di San Marco con il libro aperto e il motto: PAX TIBI/ MARCE EVANG/ELISTA MEUS. Sul lato opposto si trova una stella a cinque punte in bassorilievo. Il corpo centrale del monumento è costituito da un parallelepipedo, separato dal livello sottostante da un festone con foglie d’alloro, che corre lungo tutto il perimetro. Sono qui poste lastre in bronzo con i nomi dei caduti della Grande Guerra, trattenute da borchie floreali di forma quadrangolare. Sul lato frontale, nel bordo superiore del parallelepipedo, è inserita una lampada in metallo e vetro. Conclude il monumento il gruppo scultoreo raffigurante la Patria che sostiene il tricolore e un soldato morente. Sul lato est, ai piedi del monumento, è posta una recente lapide in bronzo

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Guido Cremesini

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1926 - 1926

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ITINERARI