elmetto, cintura con munizioni e rami di alloro (rilievo)

monumento ai caduti a stele, post 1918 - 1918
Monti (attivo Primo Quarto Sec. Xx Ca)
attivo primo quarto sec. XX ca

Monumento marmoreo a stele decorato da rilievo scolpito rappresentante un elmetto e una cintura militare con munizioni avvolti da rami di alloro. La parte superiore è sagomata a forma di croce. All'incrocio dei bracci erano presenti iscrizioni a caratteri applicati poi rimossi (rimangono le incisioni e i buchi di applicazione). Sul basamento concavo sono presenti iscrizioni incise e a caratteri applicati a piombo, mentre sul bordo sono incise e dipinte a pennello. Sulla base a gradoni in pietra è posata una lampada votiva

  • OGGETTO monumento ai caduti a stele
  • MATERIA E TECNICA marmo bianco/ scultura
    pietra/ scultura
  • ATTRIBUZIONI Monti (attivo Primo Quarto Sec. Xx Ca)
  • LOCALIZZAZIONE cimitero
  • INDIRIZZO Via Don Geremia Agnelli, San Martino del Lago (CR)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La firma "Monti Cremona" probabilmente è da collegare alla famiglia Monti di scultori cremonesi, di cui fecero parte Antonio, Silvio e Alessandro. La firma del figlio di Alessandro, Francesco Riccardo, autore di numerosi monumenti ai caduti del cremonese (come quello di Casalbuttano), appare tuttavia molto diversa da quella di Ca' de' Soresini
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0303254008
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Cremona, Lodi e Mantova
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Mantova Brescia e Cremona
  • DATA DI COMPILAZIONE 2014
  • ISCRIZIONI lato frontale, all’incrocio dei bracci della croce - AI PRODI SUOI FIGLI/ CADUTI PER LA PATRIA/ CA’ DE’ SORESINI/ RICONOSCENTE/ IMPLORANDO/ DA DIO/ PACE - a incisione -
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - post 1918 - 1918

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'