Petrus Scriverius. Ritratto di Peter Scriverius

stampa smarginata stampa di riproduzione, 1649 - 1649
Cornelis Visscher
1628 ca./ 1670 ca
Pieter Soutman Claesz
1580 ca./ 1657

Ritratti. Personaggi: Scriverius Peter. Interno. Abbigliamento. Oggetti: libro

  • OGGETTO stampa smarginata stampa di riproduzione
  • MATERIA E TECNICA bulino
  • MISURE Altezza: 400 mm
    Larghezza: 287 mm
  • ATTRIBUZIONI Cornelis Visscher: incisore
    Pieter Soutman Claesz: inventore
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Fondazione Biblioteca Morcelli-Pinacoteca Repossi
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Faglia-Torri
  • INDIRIZZO Via Bernardino Varisco, 9, Chiari (BS)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Questa stampa presenta il ritratto di Peter Scriverius, dotto di Haarlem. Essa è stata inserita quale quinto foglio non numerato nella serie "Quatuor personae quibus Leyda debent et Hollandia initium redditorum feliciorum temporum ...", poichè ciascuna delle quattro stampe riproducenti i ritratti dei personaggi illustri della città di Leida è accompagnata da otto versi composti da Peter Scriverius. Tale serie è stata ideata da P. Soutman e da lui pubblicata ad Haarlem nel 1649. Come quella qui catalogata, anche le altre stampe della serie sono state incise da Cornelis Visscher (Hollstein F.W.H., 1949-..., Dutch ..., v. XL, p. 139 nn. 133-136). In un secondo momento alla serie iniziale sono state aggiunte altre stampe, incise da Pieter Van Sompel (Hollstein F.W.H., 1949-..., Dutch ..., v. XXVII, p. 214 n. 28) e da J. Suyderhoef (Hollstein F.W.H., 1949-..., v. XXVIII, p. 235 n. 78). Huber/ Rost e Gori Gandellini/ De Angelis sostengono che sia difficile trovare buone prove della stampa qui catalogata. Come indica la firma apposta al verso, questa stampa appartenne a Pierre Mariette (1634/ 1716), mercante di stampe a Parigi. La firma è seguita dalla 1668 che, secondo il Lugt, indica l'anno d'acquisto dell'esemplare. Successivamente questo foglio appartenne a G. D. Faccioli che vi ha apposto la firma anch'egli al verso. Il Lugt non segnala la firma, ma solo il monogramma (Lugt 1988, n. 1146b), soluzione più frequentemente adottata dal Faccioli per marchiare le proprie stampe. Egli fu un collezionista che visse agli inizi del sec. XIX a Verona e la cui collezione fu poi acquistata da P. Malenza. Stampa ritrovata l'8 gennaio 2001 nei cassetti segreti delle bacheche dei minerali di proprietà della Fondazione
  • TIPOLOGIA SCHEDA Stampe
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà privata
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0300620347-2
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici per le province di Milano Bergamo Como Lecco Lodi Monza Pavia Sondrio Varese
  • ENTE SCHEDATORE Regione Lombardia
  • DATA DI COMPILAZIONE 2003
  • ISCRIZIONI nell'inciso, in basso a sinistra - CORN. VISCHER / SCULPSIT / P. SOUTMANNO / DIRIGENTE - corsivo - latino
  • STEMMI al verso, al centro - di collezione - Marchio - Lugt 1921, n. 1069 - 1 - firma manoscritta a penna: "P. Mariette 1668"

FA PARTE DI - BENI COMPONENTI

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Cornelis Visscher

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Pieter Soutman Claesz

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1649 - 1649

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'