Adorazione dei Magi

stampa smarginata, ca 1655 - ante 1700

PERSONAGGI: MADONNA; CRISTO; SAN GIUSEPPE; RE MAGI. FIGURE: FIGURE MASCHILI; FIGURE FEMMINILI. GUERRIERI. PAESAGGIO. PIANTE. COSTRUZIONI: CAPANNA. STELLE: STELLA COMETA. ANIMALI: ELEFANTE; CAMMELLO; CAVALLO

  • OGGETTO stampa smarginata
  • MATERIA E TECNICA ACQUAFORTE
  • MISURE Altezza: 471 mm
    Larghezza: 390 mm
  • ATTRIBUZIONI Pietro Santi Bartoli: incisore
    Raffaello Sanzio (scuola): disegnatore
    Pietro Sante Bartoli (scuola): inventore
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Fondazione Biblioteca Morcelli-Pinacoteca Repossi
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Faglia-Torri
  • INDIRIZZO Via Bernardino Varisco, 9, Chiari (BS)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il modello per la realizzazione di quest'opera è uno dei cartoni degli arazzi eseguiti da Raffaello (o più probabilmente dai suoi più stretti collaboratori) per la Scuola Nuova, su commissione di Francesco I come dono per il ponefice Leone X. L'opera è stata incisa entro l'anno 1700 da P. Sante Bartoli, anche se la lastra di destra (meno riuscita stilisticamente) venne probabilmente incisa da un suo allievo. La tiratura risale ad un periodo successivo: Lorenzo Filippo Frediani, detto De Rossi, prese in gestione la celebre stamperia romana dal 1721 al 1738, anno in cui vendette tutti i rami in suo possesso allo Stato Pontificio. Poichè la dedica al Ruffo è firmata da Lorenzo Filippo De Rossi, è da ritenersi che questo stato dell'incisione e la tiratura del foglio in esame siano da ascrivere a questo periodo
  • TIPOLOGIA SCHEDA Stampe
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà privata
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0300619791
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici per le province di Milano Bergamo Como Lecco Lodi Monza Pavia Sondrio Varese
  • ENTE SCHEDATORE Regione Lombardia
  • DATA DI COMPILAZIONE 2003

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Pietro Santi Bartoli

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Raffaello Sanzio (scuola)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1655 - ante 1700

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'