Giove, Nettuno e Plutone fanno omaggio delle loro corone alle armi del cardinal Borghese. Stemma gentilizio con simboli delle virtù cardinali e Giove, Plutone e Nettuno

stampa smarginata stampa di invenzione, 1642 - 1642

DIVINITA': GIOVE; PLUTONE; NETTUNO. ATTRIBUTI (GIOVE): AQUILA; (MERCURIO) CADUCEO; (NETTUNO) TRIDENTE. DIVINITA' MINORI: AMORINI. SIMBOLI (FORTEZZA) COLONNA; (GIUSTIZIA) BILANCIA; (TEMPERANZA) VASI. ANIMALI: CAVALLO; CAVALLO MARINO. OGGETTI: CORONA; SCUDO ARALDICO. MEZZI DI TRASPORTO: CARRO; CONCHIGLIA. MARE

  • OGGETTO stampa smarginata stampa di invenzione
  • MATERIA E TECNICA ACQUAFORTE
  • MISURE Altezza: 312 mm
    Larghezza: 440 mm
  • ATTRIBUZIONI Simone Cantarini Detto Pesarese: incisore
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Fondazione Biblioteca Morcelli-Pinacoteca Repossi
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Faglia-Torri
  • INDIRIZZO Via Bernardino Varisco, 9, Chiari (BS)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Raro esemplare di I stato; lo stemma cardinalizio rappresentato appartiene a Pietro Maria Borghese e non, come spesso si legge, a Scipione: quest'ultimo era infatti morto nel 1633, mentre la stampa commemora Pietro Maria, scomparso appunto nel 1642, come indicato da Carlo Cesare Malvasia in "La Felsina Pittrice"
  • TIPOLOGIA SCHEDA Stampe
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà privata
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0300619436
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Bergamo e Brescia
  • ENTE SCHEDATORE Regione Lombardia
  • DATA DI COMPILAZIONE 2003
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Simone Cantarini Detto Pesarese

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1642 - 1642

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'