Madonna col Bambino, quattro angeli e Dio Padre. Madonna con Bambino e angeli

dipinto, ca 1488 - ca 1494

Personaggi: Madonna; Cristo Bambino. Figure: Angeli

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura a fresco
  • ATTRIBUZIONI Ambrogio Da Fossano Detto Bergognone (1451-1456/ 1525): esecutore
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Pinacoteca di Brera
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo di Brera
  • INDIRIZZO Via Brera, 28, Milano (MI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE L'affresco è privo della parte superiore che secondo il Romussi (1912 -1913) è andata danneggiata inreparabilmente nel corso dello strappo nel 1847.Durante il restauro del 1998 si è potuto notare che sul retro dell'affresco era stata stesa una mano di grigio che tende a riaffiorare sul recto; I motivi decorativi del drappo damascato sullo sfondo sono stati aggiunti durante i restauri ottocenteschi. Spesso l'affresco è stato erroneamente associato ai lavori eseguiti dal Bergognone per la chiesa di San Satiro a Milano. Una fotografia, conservata al Kunsthistorisches Institut in Firenze, di una copia di questo affresco (ora probabilmente in collezione privata tedesca) dà l'idea dell'aspetto originale della figura dell'Eterno Padre.Lo strappo dell'affresco fu eseguito da Bernardo Gallizioli di Brescia e successivamente fu sottoposto ad una doppia foderatura con mastice di calce e ad una nuova intelaiatura. poichè gli esiti di questa operazione non furono felici, si procedette ad un altro intervento affidato al Cavenaghi, che cercò di ovviare ai danni causati, intervenendo fra l'altro con dei ritocchi sulla superficie pittorica più danneggiata.In anni recenti l'affresco è stato attentamente studiato dalla Shell (in "Ambrogio Bergognone. Acquisizioni, scoperte e restauri", catalogo della mostra a cura di P.C. Marani e J. Shell, Milano 1989), che propone una datazione circoscrivibile ai primi anni di attività nella Certosa di Pavia, se non ad un momento immediatamente precedente, notandone in particolare le affinità con la "Madonna con Bambino, Santa Caterina da Siena e monaco certosino" (Milano, Pinacoteca di Brera), databile ai primi anni Novanta. La critica più recente è concorde con tale datazione, tranne la Bandera (S. Bandera, "Santa Maria dei Servi tra Medioevo e Rinascimento", catalogo della mostra, Milano 1997) che nota come la posizione della Madonna, posta di tre quarti, sarebbe facilmente spiegabile come una derivazione leonardesca, riproponendo così di posticipare la datazione alla metà degli anni Novanta
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0300097714
  • NUMERO D'INVENTARIO Reg. Cron. 1134
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici per le province di Milano Bergamo Como Lecco Lodi Monza Pavia Sondrio Varese
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici per le province di Milano Bergamo Como Lecco Lodi Monza Pavia Sondrio Varese
  • DATA DI COMPILAZIONE 1999
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
  • ISCRIZIONI sul mantello della Vergine - M A - a pennello -
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Ambrogio Da Fossano Detto Bergognone (1451-1456/ 1525)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1488 - ca 1494

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'