PALAZZO BIANCHI BANDINELLI

Siena, fine XVIII - inizio-XX

edificio che si sviluppa su tre piani; strutture portanti in laterizio; copertura a tetto con manto in laterizio

  • OGGETTO palazzo-nobiliare
  • AMBITO CULTURALE Medioevo Neoclassicismo
  • NOTIZIE Il monumentale palazzo fu fatto costruire da Giulio Bianchi tra la fine del XVIII ed inizio del XIX secolo su quell'area posta tra via Roma, e via delle Cantine inizialmente occupata dall'antico Spedale di Santa Maria Maddalena, fondato da Ranieri Piccolomini nel 1212, poi divenuto convento sotto il titolo d'Ognissanti. A seguito delle soppressioni napoleoniche questo edificio fu venduto alla famiglia Bianchi che lo demolì costruendo al suo posto la propria residenza cittadina. Giulio Bianchi fu un autorevole politico tanto da occupare le principali cariche pubbliche, non solo senesi, in quella complessa fase storica a cavallo tra XVIII e XIX secolo. Fu governatore di Siena e Prefetto del Dipartimento dell'Ombrone sia sotto la dominazione francese che durante la Restaurazione. La sua notevole sensibilità artistica lo fece attento mecenate verso artisti emergenti quali il Dei o il Fantastici e sostenitore della cultura classica nell'ambito senese come dimostra il palazzo in questione
  • LOCALIZZAZIONE Siena (SI) - Toscana , ITALIA
  • INDIRIZZO via Roma, 2, Siena (SI)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Architettura
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà privata
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900403165
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Siena e Grosseto
  • DATA DI COMPILAZIONE 1995
  • DOCUMENTAZIONE GRAFICA mappa catastale (1)

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE