Tecnica Gian Luigi Bravo Parole chiave etnoantropologiche , Torino, Dipartimento di Scienze Antropologiche, Università di Torino, 1995,

Il lingotto, ottenuto mediante la fusione del metallo cui si aggiungono i residui della lavorazione successiva della foglia d’oro, viene passato dapprima tra i rulli del laminatoio “tante volte fino a che si ottiene un nastro sottile quanto la carta”. Prima di passarla tra i rulli, la lamina viene spalmata d’olio così da ridurre l’attrito. Nella seconda fase, la striscia d’oro viene passata direttamente sulla fiamma, “perché, giunti a una certa sottigliezza, la molecola dell’oro si deforma, è quindi necessario passarlo di nuovo sul fuoco per riscaldarlo e poi procedere ad allungarlo ulteriormente”. Si procede in questo modo per tre, quattro volte in successione.

  • FONTE DEI DATI Regione Veneto
  • SOGGETTO Tecnica Gian Luigi Bravo Parole chiave etnoantropologiche , Torino, Dipartimento di Scienze Antropologiche, Università di Torino, 1995
    Lavoro - metallurgia Gian Luigi Bravo Parole chiave etnoantropologiche , Torino, Dipartimento di Scienze Antropologiche, Università di Torino, 1995
  • TIPOLOGIA SCHEDA Beni demoetnoantropologici immateriali
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA S119
  • ENTE SCHEDATORE Regione Veneto
  • DATA DI COMPILAZIONE 2013